Articoli di Cronaca

Spacciava droga nelle scuole: arrestato 17enne a Marghera

Per ragazzo tunisino era stata disposta la custodia in una struttura per minori, ma i carabinieri lo hanno rintracciato a Marghera e arrestato per mancato rispetto delle regole imposte

Continua l’attività di controllo messa in atto sul territorio dagli uomini della Compagnia Carabinieri di Mestre. Gli interventi si sono sviluppati questa volta alla “periferia” del centro città, più precisamente nella Municipalità di Marghera. I militari della Stazione di Marghera infatti, nel corso di uno dei numerosi servizi predisposti per il contrasto ai reati predatori e microcriminalità in genere nelle aree più sensibili del territorio, tra i più densamente popolati della terraferma, hanno tratto in arresto uno spacciatore 17enne, già sottoposto a misura cautelare presso una struttura per minori di quel centro su disposizione della competente Autorità Giudiziaria di Trento, per una serie di episodi di spaccio di droga, reati commessi nel 2019 in Trento nei pressi di Istituti scolastici e destinando lo stupefacente proprio a minori, tra l’altro con condotta continuata nel tempo.

Lo spaccio di droga

I Carabinieri infatti hanno dato corso ad un’ordinanza emessa dal Tribunale per i Minorenni di Trento nei suoi confronti e suscitata proprio dalle numerose segnalazioni dei Carabinieri circa il mancato rispetto delle prescrizioni imposte, che ne ha disposto la cattura e la traduzione in carcere a Treviso, per scontare la pena inflittagli tra le mura.

L’arresto

Rintracciato a Marghera, il giovane è stato quindi dichiarato in stato di arresto e condotto prima presso gli uffici della locale Stazione Carabinieri per le attività del caso, al termine delle quali, è stato definitivamente tradotto presso il carcere di Treviso, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente.

Specifici servizi di intensificazione del controllo del territorio verranno posti in essere per tutta la settimana, a contrasto dei reati predatori e delle manifestazioni di illegalità più sentite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close