Servizi Cronaca

Influenza: picco che non si vedeva dal 2004

Numeri record di casi di influenza stagionale, non si contavano così tanti casi da almeno vent'anni e i bambini soprattutto quelli piccolissimi, in queste ore, sono i più colpiti

Influenza stagionale, picchi mai visti da due decenni, ossia dal 2004, soprattutto tra i bambini dagli 0 ai 4 anni. Lo dice il rapporto della regione Veneto, stilato in queste ultime ore sulla base dei numeri della settimana, secondo cui il virus è arrivato a colpire la popolazione 16,44 volte ogni 1000 abitanti.

Il dato dei pediatri

Il dato più eclatante lo stanno registrando i pediatri, alcuni hanno dichiarato che ricevono anche 70 telefonate al giorno. Finora, oltre 45 bambini su 1000 fino ai 4 anni si sono contagiati e fra i 5 e i 14 anni si sono contati 37 casi su 1000.

La dichiarazione dell’assessore Manuela Lanzarin

“Stiamo assistendo ad una diffusione particolarmente aggressiva dell’influenza stagionale” ha dichiarato l’assessore regionale alla sanità Manuela Lanzarin.

La campagna vaccinale contro l’influenza

Secondo gli esperti, la circolazione del virus negli ultimi due anni è stata ostacolata dagli accorgimenti per contenere la pandemia. Per questo i medici hanno cambiato i consigli che avevano diffuso all’inizio dell’autunno: ora consigliano la vaccinazione antinfluenzale, oltre che agli anziani e ai fragili, anche ai bambini dai 6 mesi ai 6 anni.

I sintomi dell’influenza stagionale

I sintomi sono quelli noti: febbre, brividi, tosse, mal di gola, cefalea, dolori muscolari, astenia, naso chiuso o naso che cola. Ma la febbre alta tende a persistere per giorni, anche per l’insorgenza di infezioni batteriche contemporanee, quali bronchiti, otiti, polmoniti e sinusiti.

Leggi anche:  Carenza di medici: direttore di unità a Portogruaro rinuncia alla quiescenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Disattiva AdBlock per sostenerci

Televenezia ogni giorno mette a disposizione informazioni e contenuti gratuiti. La libertà d'informazione deve essere sostenuta e Televenezia lo fa anche grazie ai banner pubblicitari. Sostienici e disattiva AdBlock