Articoli di Economia e società

Hotel chiusi, rimborsi sulla Tari: ottenuti in 15 strutture di Jesolo

Le aziende associazione all'Associazione Jesolana Albergatori in questi giorni si sono viste restituire un totale di circa 57mila euro, fino ad un massimo di poco più di 7mila euro per azienda

Hotel chiusi a causa della crisi seguita alla pandemia, in quindici hanno ottenuto il rimborso da Veritas per le bollette della Tari, la tassa sulla raccolta e lo smaltimento dei rifiuti. Sono le aziende associate all’Associazione Jesolana Albergatori che in questi giorni si sono viste restituire un totale di circa 57mila euro (fino ad un massimo di poco più di 7mila euro per azienda, in una percentuale variabile, fino ad un massimo del 60% circa rispetto al totale dell’importo della bolletta stessa). LEGGI ANCHE: Jesolo, proposta 2021: anche il lungomare su prenotazione

Hotel chiusi

L’azione portata avanti da Aja, in collaborazione con l’amministrazione comunale, e che ha trovato in Veritas un interlocutore ricettivo, è dunque andata a buon fine.

Il problema era sorto nei mesi scorsi quando le varie attività ricettive iniziarono a ricevere le bollette della Tari, con importi alti rispetto alla effettiva apertura degli hotel. Con l’amministrazione comunale si è individuato un punto del vigente regolamento Tari, che ha permesso di ricalcolare il tributo 2020.

In pratica, con la chiusura di non meno di 180 giorni, il calcolo diventava il medesimo della tipologia “magazzino”. Come detto, delle aziende che avevano tenuto chiuso per un lungo periodo, in quindici hanno potuto ottenere il ricalcolo della determinazione del tributo e, di conseguenza, la restituzione di quanto pagato, di fatto, in più.

Il commento di Alberto Maschio – presidente Aja

“E’ con grande soddisfazione che abbiamo accolto la conclusione positiva di questa vertenza – ha commentato il presidente Aja, Alberto Maschio – che evidenzia due aspetti: da una parte che le nostre rimostranze erano fatte a ragion veduta, a fronte di un periodo di grande difficoltà anche per l’economia turistica che ha costretto alcune attività alla chiusura totale non giustificando, di conseguenza, gli importi indicati nella bolletta. Dall’altra che l’importanza di far parte di una associazione come Aja, capace di tutelare i suoi associati in ogni contesto”.

Gli fa eco Giovanni Fregonese, titolare di uno degli hotel che hanno dovuto tenere chiuso e, per questo, hanno ottenuto il rimborso. “In questo momento così difficile, avere ottenuto riconosciuto il non utilizzo del servizio e, quindi, il rimborso sulla bolletta Tari, è motivo di soddisfazione, oltre che un aiuto concreto per l’azienda. Grazie a chi ha permesso di raggiungere questo importante risultato”

Dichiarazione assessore ai tributi Esterina Idra – Comune di Jesolo

“Credo che con la sinergia messa in atto assieme ad Aja e Veritas sia stato possibile raggiungere un risultato importante a sostegno di quei hotel chiusi, che, da un’analisi puntuale dei dati, lo scorso anno sono stati costretti ad una chiusura superiore ai sei mesi.

La misurazione e valutazione delle situazioni ha consentito di applicare in modo adeguato la riduzione tariffaria sulla Tari, all’interno di un quadro regolamentare complesso e che ha richiesto una particolare attenzione, rispetto ad una situazione completamente nuova sotto il profilo economico che si è creata a seguito delle misure restrittive e delle chiusure imposte dal contenimento dell’emergenza.

Il Comune ha dimostrato di essere al fianco di settore fondamentale per l’economia della nostra città e contribuire ad alleggerire il carico subito dalle imprese”.

Dichiarazione Veritas – Gianni Dalla Mora, consigliere delegato al Litorale

“Si tratta di un modo per venire incontro ad alcune attività in difficoltà a causa del Covid-19, un metodo frutto della stretta sinergia con il Comune di Jesolo e Aja.

Veritas è un interlocutore concreto e attivo: ancora una volta abbiamo dimostrato che con il dialogo e la collaborazione è possibile risolvere i problemi e venire incontro alle richieste degli utenti. Siamo vicini a chi si trova in difficoltà a causa del virus e ci auguriamo che la ripartenza avvenga, in totale sicurezza, nel più breve tempo possibile.

Colgo l’occasione per ringraziare tutti i nostri dipendenti che, pur operando in condizioni molto difficili, continuano a garantire i servizi di spazzamento, raccolta di rifiuti e smaltimento”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button