Home Notizie Articoli di Cultura e Spettacolo Se ne vanno Al Jarreau e Giusto Pio

Se ne vanno Al Jarreau e Giusto Pio

216
0
Il leggendario cantante pop jazz Al Jarreau, scomparso ieri a Los Angeles, all'età di 76 anni.

Due lutti di rilievo, durante il weekend, nel mondo della musica: sono venuti meno il cantante Al Jarreau e Giusto Pio, storico collaboratore di Battiato.

E’ mancata ieri all’età di 76 anni, la leggenda della black music Al Jarreau, ricoverato nei giorni scorsi in ospedale a Los Angeles per esaurimento. Un post sulla sua pagina Facebook, del 9 febbraio scorso, lasciava intravedere buone speranze, raccontando che il cantante si stava riprendendo, e che aveva cantato una canzone al figlio. Speranze che invece non si sono concretizzate.

Nato il 12 aprile 1940 a Milwaukee, Wisconsin, da un vicario, Al Jarreau aveva iniziato a cantare da piccolo nel coro gospel della chiesa locale, ma nonostante l’amore per la musica e il canto, aveva continuato gli studi e si era laureato in psicologia.

Aveva iniziato a cantare in piccoli club nei primi anni ’60 e nel 1965 aveva pubblicato il primo album “1965”, a cui diede seguito solo dieci anni dopo, quando la Reprise, l’etichetta di Frank Sinatra, lo aveva fatto conoscere a critica e pubblico del jazz americano.

Jarreau negli anni ’70 e ’80 divenne maestro indiscusso del pop-jazz più sofisticato, partecipando ai più importanti jazz festival e vincendo numerosi Grammy Awards, nonché altri prestigiosi premi in Europa. Famose le sue cover di brani come “Your song” di Elton John, “Mas que nada” di Jorge Ben e l’adattamento vocale di “Take five” di Paul Demond. 

In Italia, invece, è morto – a 91 anni, nella città natale Castelfranco Veneto – Giusto Pio, noto soprattutto per il sodalizio con Franco Battiato, del quale fu insegnante di musica e collaboratore, in veste di arrangiatore e violinista,- per alcuni dei suoi album più famosi, tra i quali “La voce del padrone” e “Patriots”. Qui lo vediamo nell’esecuzione dal vivo de “L’era del cinghiale bianco“.

Aveva cofirmato con Battiato anche le più celebri canzoni di Alice dei primi anni ’80, tra cui per “Per Elisa” – che vinse il Festival di Sanremo nel 1981 – e collaborato con Giuni Russo e Milva.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here