Home Notizie Articoli di Economia e società “The Roman Venice”: rete di imprese di Quarto D’Altino

“The Roman Venice”: rete di imprese di Quarto D’Altino

1311
Quarto d’Altino

E’ stata presentata oggi, durante una conferenza stampa tenutasi presso il Comune di Quarto d’Altino, “The Roman Venice”, la neonata Rete d’Impresa che riunisce tredici diverse attività

“The Roman Venice” comprende tredici diverse imprese, di queste, otto hanno sede operativa a Quarto d’Altino, Hotel Ambra, Perencin S.r.l., Residence Venice, M-Hotels, Agriturismo Colombera, Relax & Venice, Park Hotel Junior, Hotel Borgo Ca’ dei Sospiri), altre, come Cultour Active e Laguna FLA, operano già sul territorio; oltre a queste, hanno aderito alla Rete anche l’Agenzia Viaggi Rallo, l’Azienda agrituristica Castello di Roncade ed il Consorzio Venezia Nativa.

Obiettivo primario della rete è la valorizzazione in chiave turistica dei territori prossimi alla realtà archeologica di Altino ed alla laguna di Venezia, inclusi i percorsi lungo le antiche vie romane, l’Annia, la Claudia Augusta e la Postumia. Un unico sistema integrato di offerta turistica, che si avvarrà di un proprio marchio, per il quale le imprese aderenti svolgono attività di progettazione, gestione e commercializzazione di prodotti turistici incentrati sulla cultura, la storia ed il paesaggio del territorio.

La conferenza stampa è stata anche l’occasione per presentare i primi prodotti realizzati insieme, che si basano sulla formula Roman Venice Week end, con cena romana, visita guidata al Museo Archeologico Nazionale di Altino, uscita in barca e rientro su Quarto, con possibilità alternative di scelta come l’aperitivo in barca.

“La costituzione della Rete di imprese The Roman Venice –spiega il Sindaco, Claudio Grosso- ben si inserisce nel programma dell’Amministrazione comunale volto alla valorizzazione e promozione del territorio sotto tutti i suoi aspetti: identità storica e risorse culturali, risorse ambientali, ricchezze enogastronomiche e colture locali. Per fare solo qualche esempio, ricordo l’installazione dei cartelli segnalatori che annunciano l’entrata a Quarto d’Altino Città Archeologica; le tante iniziative di valorizzazione del Museo Archeologico Nazionale di Altino; la prossima realizzazione di una rete Bike Friendly Point per la promozione dei percorsi ciclopedonali che attraversano il territorio e che sono inseriti in importanti circuiti internazionali, coma la Monaco-Venezia; l’organizzazione di una Festa del Fagiolo Verdòn, che stiamo organizzando in occasione della Festa di San Martino il prossimo novembre e vedrà la realizzazione di una mostra mercato di prodotti agricoli a km 0 e alcune cene presso ristoranti rinomati che offriranno per l’occasione menù dedicati. In questo contesto, la Rete The Roman Venice è un altro esempio tangibile di ciò che intendiamo e che è possibile realizzare con la collaborazione di tutte le realtà del territorio, enti pubblici, imprese, associazioni.”

“Siamo lieti di ospitare oggi la presentazione della nascita di questa nuova Rete d’Impresa –aggiunge l’assessore alle Attività Produttive, Roberto Dal Cin- Siamo infatti convinti che per raccogliere la sfida di un mercato turistico sempre più veloce, globale e competitivo ed aumentare l’attrattività di un territorio che può offrire straordinarie risorse ambientali, storico-archeologiche ed enogastronomiche, è necessario incentivare nuove sinergie e favorire diverse forme di collaborazione tra imprese e tra queste e gli enti pubblici.”

L’idea di formare una rete di imprese del settore turistico incentrata sui territori prossimi ad Altino, inclusa la laguna di Venezia, nasce all’interno del gruppo di lavoro creatosi nell’ambito del progetto formativo Da Altino alla laguna. Network e design di prodotti esperienziali innovativi in area lagunare organizzato da ASCOM Servizi San Donà di Piave e CISET e finanziato dalla regione Veneto, di cui il Comune di Quarto d’Altino è partner e per cui mette a disposizione lo spazio per lo svolgimento dei corsi. Da qui l’idea si è allargata a comprendere altre imprese che potessero efficacemente integrare l’offerta e la progettualità della rete.

Dichiarazione di Matteo Antonich di Confcommercio San Donà. “Il turismo per il comune di Quarto d’Altino oggi più che mai rappresenta una realtà economica importante, le oltre 200mila presenze turistiche annue fanno si che le attività ricettive e commerciali costituiscano realtà economiche fondamentali per lo sviluppo del territorio altinate. Realtà economiche che dimostrano lungimiranza e capacità di leggere le tendenze di mercato, costituire una rete e lavorare insieme, lo sappiamo, è cosa tutt’altro che semplice: siamo orgogliosi che il percorso intrapreso con il Ciset e supportato da noi Confcommercio S. Donà – Jesolo, porti ad un risultato concreto e apprezzato dagli imprenditori.
Confcommercio continua a stare accanto agli imprenditori altinati, con la convinzione che la salute del Comune di Quarto d’Altino passa per forza di cose dalla salute del tessuto imprenditoriale presente: gli alberghi, i negozi, i ristoranti e i bar di Quarto d’Altino, Altino, Portegrandi e le altre frazioni sono e dovranno continuare ad essere protagonisti di qualsiasi pianificazione di sviluppo economico e sociale”.

Fonte: Comune Quarto D’Altino

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here