Sottomarina: sequestrati 3000 articoli ai venditori abusivi

Con una nuova operazione sulle spiagge di Sottomarina, la Guardia di Finanza di Chioggia, in collaborazione con i “baschi verdi” di Venezia, ha sottoposto a sequestro circa 3.000 articoli ed accessori per abbigliamento (t-shirt, vestiti da donna, scarpe e sandali, borse e borselli, ecc..) di venditori abusivi extracomunitari, in parte recanti marchi contraffatti di note case della moda (tra i quali Armani, Gucci, Louis Vuitton, Michael Kors, Prada e Burberry).

I sequestri ai venditori abusivi

Quest’anno, i finanzieri clodiensi hanno iniziato l’attività di repressione del commercio ambulante abusivo già a partire dal giorno di Pasqua, proseguendo anche nei giorni di Pasquetta, del 1° maggio e della Festa dei Patroni di Chioggia, oltre che in altre giornate “normali”.

In tal modo hanno voluto dare un preciso segnale a tutti gli abusivi che, approfittando delle giornate di festa e della presenza di molti turisti sul litorale, avevano creduto di poter operare illegalmente, senza rischiare di essere sottoposti a controllo.

Ad oggi, sono stati eseguiti oltre cinquanta sequestri di merce per un totale di circa 15.000 articoli e denunciati 12 cittadini stranieri all’Autorità Giudiziaria di Venezia, per i reati di contraffazione e ricettazione.

La presenza sul territorio di numerose pattuglie, sia in divisa che in abiti civili, ha avuto sicuramente anche un importante effetto preventivo, dissuadendo molti venditori abusivi dal frequentare queste zone.

Contrasto del commercio abusivo

L’attività della Guardia di Finanza a contrasto del commercio abusivo e della contraffazione proseguirà per tutta la stagione balneare, per tutelare i commercianti rispettosi delle regole e la tranquillità dei turisti, talvolta infastiditi da atteggiamenti petulanti dei venditori abusivi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here