Passarella: al via i lavori per la ciclabile. Saranno piantati 5600 alberi

Sono stati appaltati e cominceranno tra poche settimane a Jesolo (durata prevista, circa un anno) i lavori per la realizzazione della pista ciclabile che collegherà Passarella di sotto con la frazione di Ca’ Pirami. Si tratta del secondo lotto di lavori che permetterà così di completare i 4 km previsti e di congiungere il centro di Jesolo con Passarella. Il primo lotto (Jesolo Paese-Ca’ Pirami) era già stato realizzato lo scorso anno.

La discarica di Veritas

La pista rientra tra le opere di compensazione e mitigazione previste a causa della presenza della discarica di Veritas, lungo il cui perimetro sarà creata tra breve una fascia di alberi e piante lunga 2 km, che circonderà la struttura da ogni lato. Proprio in questi giorni, in collaborazione con Veneto agricoltura, stanno cominciando le operazioni preliminari per la creazione della fascia verde: appena i tecnici riterranno favorevoli le condizioni climatiche, saranno messi a dimora 5.600 arbusti e piante. Nella discarica di Jesolo, Veritas conferisce meno del 4% delle oltre 530.000 tonnellate di rifiuti raccolte ogni anno nel territorio del Bacino Venezia Ambiente: i 44 Comuni della Città metropolitana di Venezia più Mogliano Veneto (Tv).

La struttura

La struttura occupa un’area di circa 30 ettari ed è utilizzata soprattutto per i sovvalli, cioè i materiali che non possono essere riciclati o trasformati in Css, il Combustile solido secondario prodotto dal rifiuto secco residuo nell’impianto di Veritas di Fusina e dal quale si ricava successivamente energia elettrica. La discarica – che al contrario di quello che qualcuno erroneamente pensa non è un buco nel quale vengono buttati i rifiuti – è un impianto complesso e come tale deve essere gestito e manutenuto. Ad esempio, è dotato di un sistema per la raccolta del percolato, il liquido prodotto dai materiali conferiti, che in questo modo non viene assorbito dal terreno.

I lavori

Attualmente, sono in corso lavori per la messa in sicurezza della parte più vecchia, con l’installazione di un nuovo sistema di pompe per il percolato, e per monitorare la tenuta dello sbarramento esistente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here