Maria Stella Donà è assieme agli ospiti dell’Istituto tecnico Abate Zanetti, Mattia Maguolo e Vittorio Gallina, in occasione dell’Open Day previsto per domani. La particolarità di questo istituto è sicuramente il suo carattere innovativo all’interno del panorama scolastico tradizionale delle scuole superiori del territorio. La Scuola del Vetro Abate Zanetti di Murano infatti si distingue proprio per l’offerta formativa che propone ai suoi ragazzi, che mette al centro la lavorazione del vetro, uno degli aspetti caratteristici della tradizione Veneziana.

Laboratori e tecnologie all’avanguardia

il prof. Mattia Maguolo, docente di progettazione multimediale, illustrerà, nel giorno dell’Open Day, gli aspetti caratteristici della scuola: in primis il suo ambiente strutturale molto particolare, dove si può pienamente respirare la sua impronta creativa. “In particolare, verranno mostrati i laboratori di grafica e l’aula informatica. Saranno poi gli stessi studenti che accompagneranno i ragazzi in una visita guidata ai laboratori di lavorazione del vetro, che è la parte distintiva della nostra scuola”.

Teoria e pratica si coniugano per uno scopo unico

La lavorazione del vetro però è solamente lo step finale di una specifica preparazione, che passa prima di tutto attraverso lo studio. “il nostro obiettivo è quello di riuscire a portare avanti sia la parte delle competenze teoriche che quelle pratiche e delle attività artigianali. Entrambe le cose vengono coniugate attraverso le nuove tecnologie di cui la scuola dispone e attraverso l’informatica” riferisce Maguolo.

La voce di uno studente pioniere

“Siamo partiti il primo anno con solo 8 iscritti” commenta poi lo studente Vittorio Gallina, studente dell’istituto quarto anno di frequenza. “Ho provato subito molta curiosità la prima volta che sono entrato in una fornace” spiega Vittorio Gallina, uno dei primi studenti a frequentare la scuola. “Personalmente, trovo molto interessante la parte progettuale, pur praticando anche quella manuale. Penso che il vetro sia una bellissima forma di espressione dell’arte e sicuramente continuerò a percorrere questa strada anche in futuro”.

Molteplici sbocchi lavorativi

l’istituto Abate Zanetti si propone allora non solo come una scuola che apre soltanto al mondo della lavorazione del vetro, ma anche all’intero mondo dell’artigianato, come punto di partenza che getta le basi per un futuro a tutto campo. Conclude così il prof. Maguolo: “La creatività non ha limiti, e nonostante l’artigianato stia scomparendo noi non vogliamo che questa attività venga dimenticata. Attività che, soprattutto, ha da sempre contraddistinto la città di Venezia”.

Abate Zanetti

La giornata di Open Day all’istituto Zanetti, raggiungibile in traghetto da Piazzale Roma fino al Faro di Murano, è fissata quindi per il 30 novembre, dalle 15 alle 18.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here