Atti persecutori e minacce alla ex, arrestato dai carabinieri

Non si rassegnava alla fine della relazione con una ragazza 30enne originaria di Padova ma domiciliata a Pianiga. Lui, non ancora 24enne, originario di Favaro Veneto (VE). I due si erano conosciuti poiché lavoravano per la stessa azienda e circa un anno fa avevano intrapreso una relazione. Le problematiche del giovane hanno indotto la ragazza ad interrompere il rapporto dopo pochi mesi. Lui non si è mai rassegnato ed ha iniziato a minacciare la ragazza, anche introducendosi in casa sua in piena notte. La donna, esasperata, ha quindi presentato denuncia ai Carabinieri circa una settimana fa.

Le minacce

Le persecuzioni sono continuate nei giorni successivi, con centinaia di messaggi inviati compulsivamente ad ogni ora del giorno e della notte. Oltre a minacciarla le diceva che si sarebbe presentato a casa sua, così come ha fatto lo scorso sabato notte, quando è arrivato a Pianiga in treno ed ha percorso più di 3 km a piedi in piena notte pur di raggiungerla. La ragazza, che in quel momento stava rientrando a casa in macchina, terrorizzata dal fatto che potesse trovarsi l’ex fidanzato dentro casa, ha chiamato il 112 chiedendo l’intervento dei Carabinieri.

L’arresto

Una pattuglia dei Carabinieri di Dolo (VE), collegata telefonicamente con la ragazza che nel frattempo era arrivata a casa sua, intercettava il ragazzo proprio davanti all’abitazione della ex, che veniva subito accompagnato in caserma. Nemmeno questo ha scoraggiato il ragazzo, che ha proseguito nelle gravi minacce nei confronti della ex. Pertanto veniva arrestato per i reati di minaccia ed atti persecutori aggravati. Il giovane, che già in passato aveva avuto relazioni sentimentali burrascose culminate in arresti per atti persecutori, veniva così tradotto presso la Casa Circondariale di Venezia. Stamattina, il suo arresto è stato convalidato dal G.I.P. del Tribunale di Venezia, che si è riservato sulle misure cautelari da adottare, soprattutto a protezione della vittima del reato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here