Servizi Cultura e spettacolo

Il premio Città di Mestre ad Amilcare Stocchetti

Il premio Città di Mestre, nonostante l'agguerrita competizione dei finalisti Gheduzzi e Ciprian, va a 'Il tramonto delle mille barene'

“Il blu cedeva il passo a un tenue verde che poi diventava più intenso e di nuovo impallidiva sostituito da un nuovo blu d’acqua”. E’ un’immagine suggestiva contenuta nel libro di Amilcare Stocchetti “Il tramonto delle mille barene”, che ha vinto il premio Città di Mestre.

La trama del romanzo vincitore

Racconta le ultime settimane di vita di un giovane professore universitario di origini armene che, sapendo di avere un cancro che non gli avrebbe dato scampo, torna nella sua città, a Venezia, tra i suoi compagni di infanzia, la sua famiglia per ricostruire i rapporti recisi e scopre un’altra vita da vivere. Un libro sulla vita raccontato attraverso la morte.

Le parole del vincitore Amilcare Stocchetti:

“Il personaggio è come una stella cadente che quando cade emette luce. Il personaggio saprà colorare il cielo notturno con belle striate di rosso e giallo. In tutti i romanzi c’è un po’ di autobiografia. Ci sono anche dei camei particolari riferiti ad amici che anche non ci sono più”.

Le altre opere selezionate

La giuria popolare era molto combattuta tra le tre opere selezionate, perchè anche gli altri due autori hanno emozionato. “Dove si va? (Lucia, l’Arciprete e la slava)” di Andrea Gheduzzi, un romanzo ambientato tra le due Guerre, e “Nizhnevartovsk” di Orlando Ciprian, un crudo racconto di come si viveva in siberia subito dopo la perestrojka. Giunto alla terza edizione, il premio ammette soltanto inediti e i tre selezionati vengono pubblicati direttamente dalla fondazione Mestre Domani che organizza il concorso. Da quest’anno la casa editrice è la Mazzanti libri.

Il giudizio di Carlo Mazzanti, editore:

“La qualità è molto alta, al di là del giudizio della giuria popolare. E’ stata una competizione vera, una competizione sentita. Tra i concorrenti, perchè in questi mesi abbiamo curato i libri quindi li abbiamo sentiti e risentiti, sanno di essere stati premiati comunque con la pubblicazione del libro, ma anche tra i giurati che hanno fatto il tifo perchè vincesse il loro preferito.”

Il pensiero di Ugo Ticozzi, Presidente dell’associazione Mestre Domani

“Quello che è importante, e che mi pare stia avvenendo, è che cresce il livello dei risultati. I romanzi che stiamo pubblicando sono ogni anno di livello superiore rispetto all’anno precedente”, e ancora “abbiamo fondato questo premio nell’ambito di una attività più complessiva che è quella della Fondazione, prima del Comitato e ora della Fondazione. L’attività comprende il Premio Letterario, il Premio Nazionale di Poesia Città di Mestre, comprende il premio Mestre Domani che diamo ogni anno ai cittadini, oltre a conferenze, convegni e mostre che facciamo. Stiamo organizzando proprio a dicembre una mostra di pittura”.

 

Guarda anche: Apollo et Hyacinthus – in scena il primo Mozart

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Disattiva AdBlock per sostenerci

Televenezia ogni giorno mette a disposizione informazioni e contenuti gratuiti. La libertà d'informazione deve essere sostenuta e Televenezia lo fa anche grazie ai banner pubblicitari. Sostienici e disattiva AdBlock