La Voce della Città Metropolitana

CGIA di Mestre: cominciano le prime tensioni sociali

Soffia aria di grandi tensioni sociali in chi sta rischiando di più e va verso un indebitamento mai raggiunto prima. Ne parliamo con Andrea Vavolo, dell'ufficio studi della Cgia di Mestre

“La cassa integrazione del governo non basta”, queste le parole di Andrea Vavolo della CGIA di Mestre, comunque comprensivo verso le difficoltà del governo ad affrontare l’emergenza. Ventidue miliardi di euro è quanto il governo ha stanziato, ma la cifra non è ancora sufficiente a colmare le perdite dovute al COVID-19 e i problemi inerenti ad un elevato debito pubblico.

CGIA di Mestre

Incomprensioni e lentezza, secondo Vavolo dovute all’ordinaria amministrazione italiana, sono la causa del lento processo di ripartenza del paese, con la terza fase però ci si parano davanti nuovi scenari di speranza, grazie anche agli aiuti delle altre nazioni europee, nonostante in Veneto il settore del turismo sia in forte calo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button