Articoli di Salute e benessere

Terza Dose: ecco i primi 8 veneziani che hanno detto sì

Hanno risposto alla terza chiamata dell’Ulss 3 contro il Covid assieme ad altri 271 pazienti. Tra loro 110 dializzati che frequentano gli ospedali e altri 170 super fragili

Giuseppe, Barbara, Fabio, Renato, Elvis, Gianni, Eros e Danilo sono i primi 8 veneziani che hanno detto sì alla terza dose.

Hanno risposto alla terza chiamata dell’Ulss 3 Serenissima contro il Covid 19 assieme ad altri 271 pazienti. Tra loro ci sono 110 dializzati che frequentano gli ospedali e altri 170 super fragili, per un totale di 280 terze dosi che finiranno di essere somministrate entro stasera, primo giorno della terza tappa vaccinale.

Oggi gli ospedali dell’Ulss 3 Serenissima stanno vaccinando 110 dializzati. Altri 170 super fragili, come ad esempio immunocompromessi e trapiantati, nei 5 hub vaccinali. Sono i primi utenti dell’azienda sanitaria che hanno accolto la proposta per la terza dose di vaccinazione. Ne hanno diritto in base alle indicazioni del Ministero della salute e le linee operative formulate dalla Regione Veneto.

Gli ospedali

Giuseppe Chinellato, 72 anni di Marcon, è stato il primo a ricevere la terza dose all’ospedale dell’Angelo di Mestre. Oggi pensionato, è stato fondatore e amministratore di un’azienda locale tessile di 350 dipendenti.
Dice: “Ho fatto tutti i vaccini nella mia vita. Avendo lavorato molto all’estero ho sempre pensato di essere più protetto. Lo faccio anche ora che c’è il Covid 19. Non dimenticherò mai le immagini dei camion che portavano via i morti di Coronavirus a Bergamo. Ce ne sono stati molti e non vorrei essere mai tra quelli”.

Barbara Pagini di Arino è stata la prima all’ospedale di Dolo,  Fabio De Filippi, 74 anni del sestiere di San Marco, è stato il primo all’ospedale Civile di Venezia. De Filippi è un amministratore d’azienda.

I centri vaccinali

Renato Daniele, 62 anni del centro di Chioggia, è stato il primo all’hub Aspo di Chioggia. Pensionato e volontario della Protezione civile e dell’Auser, è stato promotore finanziario e assicuratore.

Dice: “Sono un volontario, in primo luogo lo faccio per proteggere gli altri. In secondo luogo, tenendo conto delle mie patologie, ritengo che sia utile e importante che tutti lo facciano. La mia libertà finisce nel momento in cui comincia la libertà degli altri. Quindi è giusto che tutte le persone che entrano a contatto con me siano vaccinate”.

Elvis Rubinato, 31 anni di Marcon, è stato il primo all’hub Pala Expo di Mestre. Il primo in tutta l’azienda sanitaria, alle ore 8.35 a ricevere la terza dose di vaccino. Professione, carpentiere. Gianni Menin, 75 anni di San Marco, è il primo all’hub di piazzale Roma.  Eros Basana, 66 anni di Spinea, è il primo al bocciodromo Mirano, hub vaccinale della città. Fa l’impiegato.  Danilo Callegaro, 82 anni di Campolongo maggiore, è il primo all’hub di Dolo. Callegaro è pensionato.

“Una dose, la terza, che completa e potenzia per questi pazienti vulnerabili il ciclo vaccinale pregresso, somministrando ancora il vaccino mrna. Siamo felici di aumentare la protezione di questi pazienti che ci stanno particolarmente a cuore contro quella che io chiamo ‘la bestia”: un virus che in queste settimane sta provando a rialzare la testa, ma fortunatamente la maggior parte delle volte in questi ultimi mesi, grazie allo sforzo dell’Ulss 3 e dei vaccinati, trova uno scudo sicuro, quello del vaccino” spiega il direttore generale dell’Ulss 3 Edgardo Contato.

Terza dose

Per questo primo giorno di inoculazioni, gli ospedali dell’azienda hanno individuato e proposto quindi la terza dose ai pazienti che, costretti alla dialisi, oggi avrebbero comunque frequentato l’ospedale. Così avverrà in questi giorni anche per i restanti dializzati e le categorie degli altri fragili, individuate dalla normativa, che sono facilmente rintracciabili perché presenti o frequentanti l’ospedale. Altri, come ad esempio oncologici e trapiantati di midollo, verranno chiamati a casa direttamente dall’ospedale.

Persone fragili

Ai fragili che hanno la possibilità di muoversi e che sono presenti nelle categorie di patologie individuate dal ministero per la terza dose, la somministrazione viene proposta nel proprio centro vaccinale di riferimento.

A tale scopo, l’Ulss 3 ha aperto oltre duemila slot dedicati ai fragili. Al momento sono 1800 gli slot liberi per le terze dosi, su un totale di circa 12 mila slot disponibili: di cui circa 10 mila per le prime dosi per tutti gli over 12.

In questi primi giorni però, per gli appuntamenti delle terze dosi, sarà esclusivamente l’azienda sanitaria a chiamare al telefono gli utenti e a prenotarli direttamente all’ora che preferiscono e nel centro vaccinale a loro più comodo.

Con il susseguirsi dei giorni, l’Ulss aprirà nuovi slot per raggiungere una platea totale di circa 7.500 persone fragili che hanno diritto da oggi ad essere vaccinate per le terza volta.

Prenotazioni

Nei primi due giorni di prenotazioni l’Ulss 3 ha effettuato circa 2700 chiamate per la prenotazione delle terze dosi, 943 utenti hanno risposto e, di questi, 538 hanno concordato un appuntamento per la terza dose per questa settimana: 37 a Chioggia, 130 a Dolo, 123 a Mirano, 188 al Palaexpo, 60 a piazzale Roma.

Inclusi i super fragili con le loro terze dosi, oggi l’azienda sanitaria vaccinerà 2.401 utenti prenotati: 111 le prime dosi, 2.010 le seconde dosi, 280 terze dosi.

Per quanto riguarda le prime dosi, in tre giorni dall’entrata in vigore del nuovo Dpcm che impone l’obbligo del green pass per molte categorie di lavoratori, l’Ulss ha registrato un’impennata di prenotazioni, per un totale di 2.500 nuovi appuntamenti. Prima di venerdì, nelle scorse settimane si registrava invece una media di un centinaio prenotazioni al giorno.

La disponibilità di vaccini nella Farmacia dell’ospedale dell’Angelo dell’Ulss 3, hub farmaceutico di riferimento per i vaccini, è importante: in frigorifero per la sola azienda veneziana sono conservate 130 mila dosi: un terzo di vaccino Moderna e due terzi di vaccino Pfizer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button