Obiettivo Salute

Taopatch, il dispositivo del benessere: parla Fabio Fontana

Ad Obiettivo salute parliamo dei Taopatch, nanotecnologie che ci aiutano a stare meglio. Fabio Fontana illustra tutte le caratteristiche di questo dispositivo del benessere

A Obiettivo salute: parliamo di Taopatch, nuove nanotecnologie, eccellenza nel campo medico. A produrle è un’azienda di Castelfranco Veneto. Si tratta della Tao Technologies srls, parliamo con il fondatore Fabio Fontana.

Taopatch

I Taopatch sono delle nanotecnologie che si applicano in diverse zone del corpo (è il medico ad indicare la giusta posizione ad ogni persona) e che permettono un miglioramento della postura e non solo. Questa strumentazione è facile da posizionare ed, essendo molto piccola, è quasi invisibile. Inoltre è ecologica, per ricaricarsi, infatti, usa il calore che il corpo umano disperde naturalmente  e la luce esterna. In aggiunta a ciò non rilascia sostanze chimiche, in quanto è un sistema biofisico.

L’idea

L’idea è nata da Fabio Fontana nel momento in cui ha scoperto che diverse onde elettromagnetiche a cui siamo soggetti tutti i giorni nuocciono alla nostra salute. Partendo da queste premesse il dottore si è chiesto se ci fossero onde che, invece, avessero un effetto positivo. La risposta è stata affermativa e così sono nati i Taopatch.

Tao Technologies

L’azienda ha da subito incominciato ad esportare all’estero, un po’ in tutto il mondo. Momentaneamente si stanno espandendo negli Stati Uniti, ma il loro vanto maggiore è stata l’apertura al commercio in Giappone, Paese molto attento a questo tipo di tecnologie mediche.

Queste tecnologie ha, in particolare, la funzione di migliorare la comunicazione tra cervello e muscoli. In questo modo si ottiene maggiore coordinazione ed equilibrio. Per questa ragione è spesso usata dagli sportivi, ma è accessibile anche alle a coloro che non praticano sport a livello agonistico. Questo perché, ed è un altro motivo di vanto dell’azienda, sono economici.

Guarda le altre interviste andate in onda nella trasmissione “Obiettivo Salute”

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button