Articoli di Cultura e Spettacolo

Morosina Morosini: il primo laboratorio del merletto

Per il progetto di Venezia 1600 parliamo di Morosina Morosini, la dogaressa che nel 1595 fondò a Venezia il primo laboratorio del merletto.

Continua il progetto di Venezia 1600 che vuole raccontare, nel mese di marzo, alcuni tra i principali personaggi femminili che fecero grande la Serenissima. Oggi sveliamo la storia di Morosina Morosini, la dogaressa che nel 1595 fondò a Venezia il primo laboratorio del merletto.

Morosina Morosini e l’arte del merletto

A Venezia, in quello che fu il tesoro della Basilica di San Marco, era custodita una rosa forgiata in oro e donata cinquecento anni fa ad una donna. Donna che viene ancora ricordata per lo sfarzo delle celebrazioni che la introdussero in città.

Morosina Morosini è passata alla storia come la moglie del Doge Marino Grimani e come colei che durante la sua sontuosa incoronazione portò in città feste e banchetti lunghi quattro giorni e quattro notti. Quella stessa donna però non fu solamente una grande dogaressa ma anche, e soprattutto, l’imprenditrice e fondatrice di un laboratorio tra i cui tavoli nacquero le prime maestre di un’arte che ha reso famosa Venezia in tutto il mondo: il merletto.

Un destino da dogaressa

In quella stessa città che ancora oggi accoglie le sue ceneri tra le mura della chiesa di San Giuseppe, Morosina nacque figlia di un’illustre famiglia veneziana che aveva già reso alla Serenissima tre dogi. Era una giovane donna di quindici anni quando divenne la sposa di Marino Grimani, segnando il suo destino da futura dogaressa.

Quella stessa fortuna che aveva ereditato e che l’aveva aiutata nella sua vita da giovane donna, Morosina decise di investirla per dare impiego a decine di veneziane che in contrada Santa Fosca, nel sestiere di Cannaregio, ricamarono e impreziosirono indumenti, lenzuola e tovaglie a suon di “punto Venezia”.

Donne di ogni età che guidate da una concittadina diedero vita a quella forma di artigianato che ancora oggi rende famosa la loro città in tutto il mondo.

1595: primo laboratorio per la lavorazione del merletto

Nacque così tra quelle mura veneziane nel 1595 il primo laboratorio dedicato alla lavorazione del merletto. Quella trama bianca e sottile, come la rete di un pescatore, che impreziosiva scollature e fazzoletti da mano e che proprio una donna ambiziosa e lungimirante portò alla ribalta.

Morosina Morosin non si accontentò di essere la moglie di un uomo potente ma investì tutto per creare una bottega le cui opere arrivarono ben aldilà dei confini della Serenissima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Disattiva AdBlock per sostenerci

Televenezia ogni giorno mette a disposizione informazioni e contenuti gratuiti. La libertà d'informazione deve essere sostenuta e Televenezia lo fa anche grazie ai banner pubblicitari. Sostienici e disattiva AdBlock