Servizi Economia e società

Ponte di Calatrava rinuncia ai gradini in vetro

I gradini in vetro del ponte di Calatrava saranno sostituiti con la trachite, materiale con cui sono state costruite le parti terminali e la fascia centrale del ponte.

La sperimentazione è stata decisa dalla giunta comunale per ridurre i costi di una struttura che continua ad assorbire risorse preziose per la città. I gradini di vetro si sono rivelati troppo fragili e pericolosi se bagnati o ghiacciati per il massiccio passaggio di persone che la struttura deve sopportare tutti i giorni e anche la Soprintendenza si è arresa consentendo alla sperimentazione.

I lavori saranno svolti da Insula per 40 mila euro e saranno sostituite 16 lastre in vetro degli 8 pianerottoli del ponte con elementi in trachite (4 lato Stazione e 4 lato Piazzale Roma) entro un mese. La circolazione vivrà inevitabilmente dei disagi.

Inaugurato nel settembre 2008, il ponte, disegnato dall’architetto e ingegnere Santiago Calatrava, ha una lunghezza di 94 metri (partendo dagli scalini), con una luce centrale di 81 metri circa. La larghezza varia da 5,58 metri su entrambi i lati fino a 9,38 metri nella parte centrale.

Il ponte di Calatrava si eleva da una altezza di 3,20 metri sulle sponde fino a 9,28 metri nella parte centrale. Lo scorso agosto è stato effettuato un intervento anti sdrucciolo sulle scalinate in pietra ai piedi del ponte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button