Servizi Economia e società

G20 Spiagge – Nesto: “Comune? No, città balneare”

L'incontro di ieri del sindaco di Cavallino-Treporti Roberta Nesto, in qualità anche di presidente della conferenza dei sindaci del litorale veneto e di coordinatore del G20s, con la deputata Giorgia Andreuzza. Scopo dell'incontro, illustrare la proposta di legge sullo status di città balneari.

Continua la battaglia del G20 Spiagge per ottenere lo status di città balneare. Le 20 località balneari coinvolte nel summit di inizio settembre stanno reclamando a gran voce il riconoscimento. Tra i vari sindaci, spicca in particolare la sindaca di Cavallino-Treporti Roberta Nesto.

Riconoscere per rendere uguali turisti e residenti

Non si tratterebbe solo di un puntiglio, ma di un punto di arrivo che fornisce poteri e strumenti per affrontare l’enorme squilibrio tra residenti e turisti durante l’estate. Stiamo parlando, infatti, di territori dove il sindaco, per la maggior parte dell’anno, gestisce la vita sociale ed economica con mezzi adeguati a piccoli centri residenziali.

L’appoggio della sindaca Nesto

La proposta di legge è stata presentata l’1 settembre. In questi giorni la sindaca di Cavallino-Treporti, Roberta Nesto, ha caldeggiato la proposta alla deputata Giorgia Andreuzza, vice-presidente della 10ma commissione parlamentare Attività produttive, Commercio e Turismo.

La battaglia della sindaca continuerà con altri incontri. Il primo cittadino del comune di Cavallino-Treporti, infatti, è anche presidente della Conferenza dei Sindaci del Litorale Veneto, nonché coordinatrice del summit nazionale G20 Spiagge. E, come se non bastasse, pare sia molto decisa a perseguire i suoi intenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button