Chioggia: truffa e deruba un'anziana, arrestato 27enne

Nella giornata di ieri, personale del Commissariato di P.S. di Chioggia, in servizio di controllo del territorio, transitando da Corso del Popolo, in prossimità della Cassa di Risparmio di Venezia-Intesa San Paolo, si imbatteva in una persona che ne richiamava l’attenzione.

La truffa

L’utente informava i poliziotti che alla postazione bancomat dell’istituto di credito in parola stava accadendo qualcosa di poco chiaro: un giovane, probabilmente, stava cercando di raggirare un’anziana donna.

Proprio in quel frangente gli operatori della Polizia di Stato notavano un giovane che corrispondeva alla descrizione fornita, il quale usciva dalla banca e, con andatura veloce, cercava di allontanarsi. L’uomo, notata la presenza della Volante, provava dapprima ad accelerare ancora il passo e, successivamente, si dava a precipitosa fuga.

Fermato il ragazzo

Inseguito dagli agenti M.A., un 27 enne brianzolo, veniva fermato in una calle vicina e trovato in possesso di una somma di denaro di 150 € e della carta bancomat intestata ad una donna ultraottantenne di Chioggia.

Si accertava in seguito che il fermato, poco prima, vista l’anziana signora intenta ad effettuare un prelevamento di denaro, con una scusa, si avvicinava a lei, convincendola ad inserire nuovamente la sua tessera, allo scopo di sincerarsi circa un eventuale malfunzionamento nell’erogazione del denaro. Era così che, nella concitazione ed all’insaputa della signora, il malintenzionato riusciva a prelevare dal conto di lei la somma di 150 € e le sottraeva la tessera bancomat, per poi cercare di dileguarsi dal luogo del misfatto.

Il soggetto, che al suo attivo annovera una serie interminabile di precedenti per furti e reati contro il patrimonio in genere, veniva perciò arrestato dagli uomini del Commissariato di P.S. di Chioggia per truffa aggravata e furto aggravato. Nella mattinata odierna l’arresto veniva convalidato e per M.A. veniva disposta la misura degli arresti domiciliari presso la sua residenza nella provincia di Monza-Brianza.

Denaro riconsegnato

Il denaro e la carta bancomat di proprietà dell’anziana chioggiotta venivano sequestrati e subito restituiti all’avente diritto che, ancora in preda allo spavento, ringraziava i poliziotti e si dirigeva verso la sua abitazione sollevata per il pericolo scampato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here