Servizi Cronaca

Coronavirus resiste 72 ore sulla plastica: la ricerca

Una ricerca dell'Univeristà della California ha scoperto quando il virus resiste sulla carta, la plastica e nell'aria

Il coronavirus che causa il Covid 19 rimane fino a 4 ore sul rame, fino a 24 ore sul cartone e fino a 72 ore su plastica e acciaio. Lo ha verificato in laboratorio un gruppo di ricerca coordinato dai National Institute of Health (Nih) americani con la partecipazione dell’Università di Princeton e dell’Università della California.

I ricercatori valutano positivamente il fatto che la vitalità del virus si prolunghi sulla plastica e l’acciaio anziché su altri materiali, perchè si tratta di superfici facile da pulire e disinfettare e riguardo alle sostanze in grado di debellarlo è già stato accertato che si deve usare l’etanolo al 62-71%, acqua ossigenata allo 0,5% o ipoclorito di sodio allo 0,1%. I ricercatori americani inoltre hanno scoperto che il virus può restare sospeso nell’aria per tre ore.

L’esperimento

L’esperimento è stato eseguito in un ambiente chiuso e spruzzando il virus sotto forma di aerosol e questo significa che potrebbe morire prima all’aria aperta e soprattutto se trasmesso attraverso uno starnuto o la tosse perchè, in questi ultimi due casi, viene emesso in quantità più pesanti che precipitano a terra molto prima delle particelle più leggere diffuse attraverso l’aerosol. In sintesi è più facile prendere prendere il virus semplicemente respirando in un ambiente dove è stata un’altra persona infetta che attraverso uno starnuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close