Articoli di Economia e società

Coronavirus, Coldiretti Veneto: perdite del 30% nel settore ortofrutticolo

Sono 12mila i produttori ortofrutticoli veneti che segnalano perdite del 30% a causa dell’emergenza coronavirus. Salvagno:” frutta e verdura a kmzero nelle mense collettive socio-sanitarie”

Sono 12mila i produttori ortofrutticoli veneti che segnalano perdite del 30% a causa dell’emergenza coronavirus. E’ quanto ha sottolineato ieri Daniele Salvagno presidente di Coldiretti Veneto durante la seduta del Tavolo Verde convocato in video conferenza dall’Assessore all’agricoltura Giuseppe Pan.

Coronavirus

L’osservatorio dei tecnici regionali segnala un impatto molto negativo sul comparto provocato dal blocco dell’export e la chiusura delle frontiere ed un calo rilevante dei prezzi del radicchio, delle lattughe (-30%) mentre per gli asparagi addirittura la percentuale va dal 50 fino al 70% rispetto alle annate precedenti.

Ad aggravare la situazione è la mancanza della manodopera straniera per la prossima campagna di raccolta di frutta e verdura: si tratta di una media di circa 65 mila stagionali che ogni anno prestano il loro aiuto nei campi. “Al sistema ortofrutticolo– ha detto Salvagno  – vanno erogati i contributi spettanti ed anticipato quanto possibile per garantire un’adeguata liqquidità”.

Salvagno ha sollecitato l’introduzione, nei menù della ristorazione collettiva socio sanitaria, delle tipicità locali per favorire il  consumo di frutta e verdura a kmzero.

Coldiretti Veneto

Salvagno ha inoltre anticipato l’alleanza sottoscritta a livello nazionale tra Filiera Italia e molte sigle della Gdo come Conad, Coop, Auchan, Bennet, Cadoro, Carrefour, Decò, Despar, Esselunga, Famila, Iper, Italmark, Metro, Gabrielli, Tigre, Oasi, Pam, Panorama, Penny, Prix, Selex, Superconti, Unes, Vegè. Molti dei supermercati in Veneto adotteranno le linee previste dall’accordo  come l’utilizzo prioritario di Made in Italy sugli scaffali, la  regolarità delle forniture alimentari e la lotta contro  qualsiasi forma di speculazione sul cibo dai campi alle tavole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close