Articoli di Cultura e Spettacolo

Capodanno a Teatro Corso di Mestre: arrivano le “Betoneghe”

“Betoneghe se nasse, no se deventa”, lo spettacolo più rappresentato in Veneto arriva al Teatro Corso di Mestre sabato 31 dicembre (ore 22.30) per un ultimo dell’anno scoppiettante all’insegna della comicità veneta

“Betoneghe se nasse, no se deventa”, lo spettacolo più rappresentato in Veneto arriva al Teatro Corso di Mestre sabato 31 dicembre (ore 22.30) per un ultimo dell’anno scoppiettante all’insegna della comicità veneta.

“Betoneghe se nasse”: prevendite aperte e prezzi biglietti

Portato in scena dalla compagnia sandonatese Teatro delle Arance, “Betoneghe” vanta oltre 110 repliche in quattro anni (lo spettacolo nasce nel 2018) e una serie infinita di sold out nei teatri del Nordest. Con quasi 1 milione di visualizzazioni sul loro canale Youtube, le tre betoneghe, Silvana, Renata e Franca, sono pronte a farsi gli affari degli altri e conquistare il pubblico con le loro “ciacole” e storie strapparisate.

Prevendite aperte. Biglietti: platea e galleria € 30,00 + d.p.

Ritorna l’attesissima comicità veneta

“Betoneghe se nasse, no se deventa”, con Giovanna Digito (Silvana), Stefania Florian (Renata), Claudia Digito (Franca) con regia Giovanna Digito. Ritorna la comicità veneta delle betoneghe, con nuovi episodi, nuovi sketch e nuove ambientazioni. Le betoneghe sono Silvana, Renata e Franca che con le loro “ciacole” non risparmiano mai niente e nessuno e hanno una parolina velenosa per tutti. Tre donne riservate che per puro caso vengono sempre a conoscenza dei fatti degli altri e vorrebbero tanto non spettegolare tuttavia la loro natura le rende particolarmente colloquiali.

Raccontando fatti di vita quotidiana catturano il pubblico in un modo tale che si arriva quasi a scordarsi di essere in un teatro, ma ci si sente proiettati in un ambiente familiare, come il salotto di casa, oppure, a seconda dell’ambiente che le attrici propongono, la chiesa, la parrucchiera, la palestra, luoghi che noi tutti, chi più chi meno, frequentiamo.

Tanti i temi affrontati dalle betoneghe: si passa dalle liti con i mariti, al mangiare e ingrassare, al servizio di volontariato in parrocchia, al sistemarsi dalla parrucchiera. Tutto è solo un pretesto per poter sempre e solo “spettegolare”. Il motto infatti delle betoneghe è “Vuoi farti gli affari tuoi?? Vieni ad ascoltare le betoneghe!”.

Ad arricchire lo spettacolo una sequenza di canzoni scritte appositamente dai Tiratirache (compagnia di teatro-canzone di Portogruaro) e cantate dal poliedrico artista Cristian Ricci e dai musicisti del Teatro delle Arance, che accompagnano le nostre protagoniste durante tutto lo spettacolo.

Il Teatro delle Arance

Il Teatro delle Arance è un’associazione culturale e una compagnia teatrale veneta. Creata da Giovanna Digito ha sede a San Donà di Piave (VE), dove, negli spazi artistici del Salotto del Teatro delle Arance, accoglie appassionati di teatro e di danza con proposte di corsi, workshop, incontri di formazione intellettuale, produzioni e spettacoli teatrali in dialetto veneto e in italiano.

Leggi anche: Santa Maria di Sala, commercio protagonista con “Christmas in Villa”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Disattiva AdBlock per sostenerci

Televenezia ogni giorno mette a disposizione informazioni e contenuti gratuiti. La libertà d'informazione deve essere sostenuta e Televenezia lo fa anche grazie ai banner pubblicitari. Sostienici e disattiva AdBlock