Articoli di Salute e benessere

Bibione, turismo sociale e inclusivo: attività sportive e visite guidate

Dalle giostre per carrozzine alle visite al faro con accompagnamento. In questi giorni il progetto “Turismo sociale ed inclusivo nelle spiagge venete” ha raggiunto Bibione.

Dalle giostre per carrozzine alle visite al faro con accompagnamento. In questi giorni il progetto “Turismo sociale ed inclusivo nelle spiagge venete” ha raggiunto Bibione.

Turismo sociale e inclusivo a Bibione

Per l’occasione lo staff dell’Ulss4, in collaborazione con l’amministrazione comunale di San Michele al Tagliamento e vari imprenditori balneari, ha dato avvio ad una serie di attività negli stabilimenti balneari  “Spiaggia Terme 2” e “Seven”.

Nel primo stabilimento di Corso Europa sono stati presentati una serie di nuovi giochi inclusivi, poi un gruppo di ragazzi ha partecipato ad una breve lezione su come condurre  una canoa e subito dopo è stato messo in pratica quanto imparato, in mare, con la guida di istruttori esperti.

Le attività

Tra le varie attività previste per l’estate vi è inoltre l’accompagnamento gratuito di turisti, anche stranieri, con difficoltà motorie, in visita al Faro di Punta Tagliamento ed altri siti di interesse turistico, storico e culturale presenti nel territorio sanmichelino.

L’accompagnamento avviene con un mezzo di trasporto del Comune di San Michele al Tagliamento adeguatamente allestito per accogliere persone con disabilità, anche grave, e all’occorrenza con accompagnatore. Non mancano poi le attività sportive, come “Riding in the dark”, ossia passeggiate sensoriali con l’accompagnatore (anche per ipovedenti) e prove di immersioni subacquee con “Acqua senza limiti.

Ulss4

Alla presentazione della novità hanno partecipato il direttore dei Servizi Socio Sanitari dell’Ulss 4, Paola Paludetti, il sindaco Pasqualino Codognotto e l’assessore ai Servizi Sociali e Sanità di San Michele al Tagliamento Cristina Cassan, inoltre il presidente del consorzio di promozione turistica “Bibione Live” Giuliana Basso e i gestori degli stabilimenti balneari coinvolti nel progetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button