Altri due baby bulli sono stati condotti in comunità stamane dalla squadra mobile di Venezia.

Si tratta di altri due ragazzi che il tribunale dei minori ha deciso abbiano la necessità di essere rieducati, come gli altri che sono stati fermati nelle settimane scorse.

Responsabili della rapina al Lido

I due baby bulli sono ritenuti responsabili di una rapina avvenuta il 23 marzo scorso al Lido. Avrebbero avvicinato un sedicenne, chiedendogli di cambiare una banconota da 20 euro, e quando lui ha estratto la cartamoneta, è stato rapinato attraverso una minaccia. Del gruppo faceva parte anche un maggiorenne già fermato il 29 maggio scorso. Uno dei due portati in comunità stamane, inoltre è accusato anche di aver minacciato con un coltello e poi colpito con un pugno al volto un altro giovane in febbraio, sempre al Lido.

Accanto agli investigatori non rimane ad osservare il questore che ha raggiunto con un avviso orale un diciottenne con precedenti per furti e rapine. Il ragazzo era coinvolto, in passato, in altre indagini sempre relative a fenomeni delinquenziali giovanili.

Inoltre il questore Masciopinto ha deciso di usare la scura con i bar che vendono alcol ai minori, «Chiuderemo – ha annunciato – tutti i bar fuori legge».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here