Articoli di Cultura e Spettacolo

Antonia Sautter porta in Cina il Ballo del Doge

Fliggy sceglie l'estro creativo di Antonia Sautter e il Ballo del Doge per raccontare la magia di carnevale a milioni di turisti cinesi

Il 19 marzo 2021 Antonia Sautter, attraverso la magia dei suoi abiti e il cast artistico de Il Ballo del Doge, ha portato il Carnevale di Venezia in Cina. L’imprenditrice e stilista veneziana, ha condotto per due ore oltre 60mila visualizzazioni, e 50mila like. di utenti cinesi, connessi in live-streaming, attraverso un suggestivo percorso storico-allegorico alla scoperta di Venezia e del suo Carnevale all’interno della Scuola Grande della Misericordia.

L’iniziativa è stata resa possibile grazie a Fliggy, piattaforma online travel del Gruppo Alibaba, che tramite la sua app ha trasmesso i 120 minuti di live-streaming, con l’obiettivo di tenere connessi i turisti cinesi al patrimonio artistico e culturale senza rivali di Venezia e dell’Italia, in attesa che i viaggi internazionali riprendano.

Il Ballo del Doge a “portata di smartphone”

Il Ballo del Doge diventa così “a portata di smartphone” grazie a Fliggy. Il progetto sviluppato con Antonia Sautter fa parte di una più ampia serie di collaborazioni con attrazioni turistiche e culturali in tutta Europa.

Secondo un recente studio condotto dalla società di consulenza internazionale Dragontrail, l’Italia è al primo posto tra le destinazioni turistiche non asiatiche che i viaggiatori cinesi desiderano visitare una volta cessate le restrizioni agli spostamenti, e Venezia è da sempre tra le mete più amate.

1600 anni di Venezia con il Ballo del Doge

In occasione dei festeggiamenti per i 1600 anni di Venezia, attraverso questa iniziativa digitale, Antonia Sautter ha voluto diventare parte attiva di questa straordinaria ricorrenza e rendere omaggio alla città che da sempre è per lei inesauribile fonte di ispirazione.

La stilista con l’originalità che la contraddistingue, ha saputo dare un tocco di innovazione al format proposto da Fliggy, raccontando Venezia e il suo Carnevale attraverso tableau vivant dinamici ed originali grazie ai suoi artisti e performers.

Il commento di Antonia Sautter

“In questo ultimo anno di fermo forzato abbiamo tutti compreso l’importanza delle iniziative digitali ed essere stata scelta da Fliggy per rappresentare il Carnevale e raccontare Venezia, è stata l’occasione perfetta per festeggiare l’anniversario dei 1600 anni della città – dice Antonia Sautter – Devo molto a Venezia ed è doveroso, soprattutto in questo momento di difficoltà, cogliere tutte le occasioni per ricordare al mondo la sua bellezza immortale. Riaccendere le luci su Il Ballo, anche se in misura ridotta, è stato emozionante. Un successo che devo anche ai miei artisti che, insieme a me, lottano per mantenere viva la tradizione, la passione e l’arte di Venezia e del Made in Venice di cui io mi sento paladina”.

“L’iniziativa di Fliggy insieme ad Antonia Sautter non solo ci dà l’opportunità di portare un evento così iconico e affascinante come il Ballo del Doge ai nostri utenti in Cina, ma ribadisce il nostro impegno nel sostenere le piccole realtà e aziende del settore turistico, tra le più impattate dalla crisi del Covid-19. Nonostante i viaggi internazionali siamo al momento limitati, grazie al digitale possiamo fare tanto per supportare l’arte e la cultura italiana, in attesa che i turisti cinesi riprendano a popolare Venezia e le altre destinazioni italiane” aggiunge Ada Xu, Regional Director EMEA di Fliggy.

Antonia Sautter racconta Venezia insieme ad ospiti illustri

Antonia Sautter, nel pieno rispetto delle norme anti Covid, ha dato vita a personaggi storici come Il Doge, Caterina Cornaro, Veronica Franco, Casanova e Marco Polo e, in questa particolare occasione, ha voluto presentare al pubblico le tante anime di questa straordinaria città, realizzando diverse allegorie di Venezia quali Venezia Regina del Mare, Venezia Regina della Seta e dei Commerci e Madre Natura, per farne conoscerne la sua vera essenza, delicata e preziosa. Un messaggio chiaro volto a proporre un’offerta turistica differente e innovativa, fatta di cultura, arte, valore e profonda coscienza della città stessa. Un invito a riscoprirla con nuovi occhi, nel pieno rispetto della ricchezza che essa rappresenta per tutta l’umanità.

Ha preso parte all’iniziativa anche Ermelinda Damiano, Presidente del Consiglio del Comune di Venezia che, indossando un abito firmato Antonia Sautter, ha dato il suo saluto istituzionale a supporto dell’iniziativa.

Antonia Sautter ha scelto l’attrice Beatrice Schiaffino per interpretare la Regina del Carnevale e, attraverso la sua voce, la stilista veneziana ha voluto condividere un messaggio di sostegno e di coraggio a tutti coloro che lavorano nel mondo dello spettacolo e dell’intrattenimento.

È intervenuta anche Martina Semenzato, direttrice della Scuola Grande della Misericordia, che ha dato il benvenuto descrivendo storia e caratteristiche di questa iconica location e che, dopo il restauro, è tornata alla sua vocazione naturale entrando nel mondo degli eventi e dell’arte.

Tra gli interpreti anche il maestro pittore e scenografo Paolino Libralato, storico collaboratore di Antonia Sautter per la realizzazione delle iconiche scenografie de Il Ballo del Doge, nei panni del celebre vedutista Giovanni Antonio Canal detto “Canaletto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button