Venezia Città Stato

Alluminio, la fabbrica ed il calo dell’occupazione

La fabbrica di alluminio mette ancora in mostra i due alti silos che si elevano verso il cielo, oggi resta in funzione un grande laminatoio

L’enorme fabbrica  mette ancora in mostra i due alti silos che si elevano verso il cielo. A fianco della ex Alluminio Italia di Fusina, oggi resta in funzione un grande laminatoio e anche qui l’occupazione si è ridotta negli anni: molti lavoratori sono andati in pensione.

Gli stabilimenti durante la fase espansiva dell’alluminio

Quando era in una fase espansiva, qui lavoravamo migliaia di operai in tre stabilimenti:

  • la Sava
  • le Leghe leggere
  • l’Alluminio Italia

con molti lavoratori di imprese terze che operavano in appalto.

Centrale Enel

Accanto alle storiche fabbriche dell’alluminio, l’imponente centrale dell’Enel. La centrale termoelettrica porta il nome di Andrea Palladio, quasi a voler attenuare l’impatto visivo si richiama il nome del sommo artista.

Palladio, influenzato dall’architettura greco-romana, innanzitutto da Vitruvio, è considerato una delle personalità più influenti nella storia dell’architettura occidentale. Fu l’architetto più importante della Repubblica di Venezia, nel cui territorio progettò numerose ville che lo resero famoso. Richiamare il suo nome sottolinea una sensibilità verso l’ambiente, che tutta la storia di Venezia ci ricorda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button