Articoli di Economia e società

“Piazzetta Barche” a Mirano sarà inaugurata il 12 novembre

“Piazzetta Barche” a Mirano sarà inaugurata Sabato 12 novembre 2022. La cerimonia inizierà alle ore 11.00 nel Municipio di piazza Martiri e sarà seguita da una passeggiata

Sabato 12 novembre 2022 sarà inaugurata “Piazzetta Barche” a Mirano. La cerimonia inizierà alle ore 11.00 nel Municipio di piazza Martiri. Sarà seguita da una passeggiata che si concluderà alla fine di via Barche, con il taglio del nastro nell’area che l’Amministrazione Comunale ha intitolato “piazzetta Barche”, adiacente ai Mulini di Sotto.

L’inaugurazione di “Piazzetta Barche”

A sottolineare il valore culturale dell’evento e la destinazione urbanistica della piazzetta, che allarga di fatto il centro storico di Mirano verso est, parteciperanno con una performance gli artisti del Teatro Tascabile di Bergamo. Bel-Vedere Lab e dall’Associazione culturale Echidna di Mirano, che nel corso degli anni hanno animato il dibattito sul “prendersi cura” dei beni comuni, offrono lo spettacolo.

Questo luogo che si affaccia sul bacino, a valle delle chiuse sul fiume Muson, verrà quindi restituito alla comunità miranese. Ciò a conclusione dell’intervento di restauro e riqualificazione previsto all’interno delle progettualità dei Distretti del Commercio e finanziato in parte con fondi della Regione Veneto e in parte dal Comune.

Il programma della giornata

  • Ore 11.00 Ritrovo in Municipio. Interventi di Tiziano Minuzzo, manager del Distretto del Commercio e di Maria Rosa Pavanello, Sindaca dal 2012 al 2022, sul ruolo dei Distretti e sull’utilizzo dei fondi dedicati
  • Ore 11.15 Camminata dal Municipio a piazzetta Barche con le autorità e le associazioni culturali e di categoria accompagnate dagli artisti del Teatro Tascabile di Bergamo
  • Ore 11.30 Arrivo alla piazzetta Barche e performance “Valzer” del Teatro Tascabile di Bergamo
  • Ore 11.50 Taglio del nastro e saluti delle autorità: interverranno il Sindaco Tiziano Baggio, la Vice Sindaco Maria Giovanna Boldrin, il progettista e direttore dei lavori arch. Massimo Furlan, Renzo Niero di Bel-Vedere Lab.

Le parole del Sindaco Tiziano Baggio

«Siamo molto soddisfatti – afferma il Sindaco Tiziano Baggio – della conclusione dei lavori di rigenerazione della piazzetta, che consente la restituzione alla Città di un luogo che fa parte della storia di Mirano. Ne beneficeranno la cittadinanza e le attività commerciali.

E’ necessario adesso lavorare affinché il Genio Civile, proprietario del bacino acqueo, effettui i lavori necessari per asportare i fanghi presenti e pensare al recupero dell’edificio adibito in passato ad opificio. Per il quale sono sicuro il dialogo con il proprietario sarà fattivo. Il mio ringraziamento va a tutti i partner del progetto “Vivere il Distretto di Mirano tra cultura, shopping ed enogastronomia” attivato nell’ambito dei Distretti del Commercio».

Un restauro conservativo

L’opera, eseguita dalla ditta Lasa F.lli Nata Srl, è consistita nel restauro conservativo degli elementi che connotano la piazzetta (strutture cementizie, murature di contenimento della strada e del canale, manufatti in ghisa e ferro), nel rifacimento della pavimentazione e nella realizzazione di illuminazione e impianti tecnologici a servizio dei banchi della vendita del pesce, che qui storicamente trovano posto durante il mercato.

Inoltre, il progetto ha inteso valorizzare il punto di vista panoramico sul canale Taglio, sui Molini di Sotto e sul fondale costituito dalle ville e dai giardini del ‘700 con la realizzazione di una seduta smontabile e reversibile, che prende forma dalle linee morbide del muro di contenimento esistente, per momenti di sosta, lungo il percorso ciclopedonale che già interessa l’area.

La piazzetta, per lungo tempo approdo fluviale movimentato e commerciale, poi adibita a parcheggio, viene riaperta per uso pubblico, ed in particolare per iniziative culturali e sociali: riacquista così il suo valore storico e diventa “bene comune”: punto di collegamento con Venezia attraverso l’acqua del Muson e del Taglio; luogo quindi vitale di incontri, scambi commerciali e luogo generativo dell’innesto urbano che è il centro storico e la piazza Martiri.

La nuova denominazione di “piazzetta” è stata quindi decisa per dare opportuno riconoscimento a questo angolo così importante per lo sviluppo della città, non solo polo attrattivo ma anche segno identificativo.

Per la valorizzazione del centro storico di Mirano

Con l’inaugurazione della piazzetta si conclude il progetto “Vivere il Distretto di Mirano tra cultura, shopping ed enogastronomia”, finalizzato a valorizzare il centro storico di Mirano e le sue imprese.

I partner di progetto sono, oltre al Comune di Mirano, TER-Servizi srl, La Piccionaia S.C.S., Ascom Servizi SRL, Confcommercio del Miranese, Proloco di Mirano, CNA Confederazione Nazionale Artigianato, Confesercenti Veneto, Associazione culturale Echidna e tutte le attività economiche del territorio comunale.

Il progetto ha portato alla realizzazione, oltre che della piazzetta, anche di diversi altri interventi di riqualificazione urbana, accessibilità e mobilità, gestione di servizi in comune e sicurezza. In particolare, grazie all’intervento “Potenziamento illuminazione piazza Martiri” è stato creato un impianto dedicato. Ciò con l’installazione di corpi illuminanti a led e relativo sistema di controllo per un significativo contenimento energetico.

L’intervento “Realizzazione impianto di filodiffusione nell’area di piazza Martiri” ha visto l’installazione di un esteso impianto di amplificazione. Questo è posizionato principalmente lungo i percorsi pedonali nell’ambito dei circuiti della pubblica illuminazione.

“Sostituzione pennone alzabandiera di piazza Martiri” ha invece riguardato la sostituzione del palo e la manutenzione del plinto marmoreo.

Leggi anche: “Teatro a tutto Gas!”: dal 13 novembre la rassegna al Teatro Gozzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Disattiva AdBlock per sostenerci

Televenezia ogni giorno mette a disposizione informazioni e contenuti gratuiti. La libertà d'informazione deve essere sostenuta e Televenezia lo fa anche grazie ai banner pubblicitari. Sostienici e disattiva AdBlock