Home Video Gallery Servizi Cultura e spettacolo Giorgio Vecchiato e la poesia “El socearo”

Giorgio Vecchiato e la poesia “El socearo”

1087

Giorgio Vecchiato è un poeta che usa il dialetto del suo paese d’origine, Vetrego, frazione di Mirano

Lo fa per raccontare i mestieri che appartengono ormai al passato, come la ricamatrice, la canolara, l’impagliatore, lo zoccolaio. E proprio a chi lavorava il legno per consentire ai contadini di calzare zoccoli e sgalmare (scarpe con tomaia in cuoio e suola di legno) è dedicata la poesia “El socoearo”.

Le rumorose calzature di legno diventano simbolo di una vita semplice e laboriosa. Viene guardata con un po’ di puzza sotto il naso dalle classi più agiate, dai signori della piazza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here