Home Video Gallery Servizi Cultura e spettacolo Giorgio Vecchiato e la poesia “El socearo”

Giorgio Vecchiato e la poesia “El socearo”

223

Giorgio Vecchiato è un poeta che usa il dialetto del suo paese d’origine, Vetrego, frazione di Mirano

Lo fa per raccontare i mestieri che appartengono ormai al passato, come la ricamatrice, la canolara, l’impagliatore, lo zoccolaio. E proprio a chi lavorava il legno per consentire ai contadini di calzare zoccoli e sgalmare (scarpe con tomaia in cuoio e suola di legno) è dedicata la poesia “El socoearo”.

Le rumorose calzature di legno diventano simbolo di una vita semplice e laboriosa. Viene guardata con un po’ di puzza sotto il naso dalle classi più agiate, dai signori della piazza.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here