Radio Venezia Cinema & TV

Amici: venerdì 3 aprile, la finale del talent show

Le cantautrici Gaia e Giulia e i ballerini classici Nicolai e Javier sono i finalisti della 19/ma edizione di “Amici”, domani venerdì 3 aprile, su Canale 5.

Domani, su Canale 5, la finale del talent “Amici”

Si conclude domani, venerdì 3 aprile, in prima serata su Canale 5 la 19/ma edizione di “Amici”. In palio per i quattro finalisti – le cantautrici Gaia e Giulia e i ballerini classici Nicolai e Javierun premio del valore di 150mila euro. A decretare il vincitore sarà il pubblico televisivo, che da casa voterà il proprio preferito al numero 4770001 con il codice e il nome del concorrente, i proventi ottenuti con il televoto saranno interamente devoluti a favore della Protezione Civile.

Presenti, con Maria, la giuria, la Var e i professori  

Verranno consegnati anche il premio di categoria da 50mila euro e il premio Tim della critica, (sempre 50mila euro), assegnato da una giuria formata dalle maggiori testate quotidiane e web collegate in streaming a causa dell’emergenza Covid-19: le agenzie Ansa, Adnkronos e La Presse; i quotidiani Corriere della Sera, La Stampa, Il Messaggero, Il Fatto Quotidiano, Il Giornale, Il Tempo, Libero Quotidiano, Il Mattino, Il Secolo XIX, QN, Leggo e Metro; i siti web TvZap, Tgcom24, IlFattoQuotidiano, Fanpage, DavideMaggio, VanityFair, TvZoom, Rockol, RollingStone, Tiscali, Billboard e AllMusicItalia. Confermata la presenza di Vanessa Incontrada, Gabry Ponte e Alessia Marcuzzi (la giuria); Peppe Vessicchio e Luciano Cannito (la Var) e di Anna Pettinelli, Stash, Rudy Zerbi, Alessandra Celentano, Veronica Peparini e Timor Steffens (i professori).

Maria De Filippi spiega perché è andata avanti

In questa intervista, la padrona di casa Maria De Filippi ha raccontato oggi al Corriere della Sera perché ha deciso di proseguire con il programma nonostante le notevoli difficoltà provocate dall’emergenza Coronavirus: «D’accordo con Pier Silvio Berlusconi – ha spiegato – mi sono convinta che andare avanti era la scelta giusta: mi ha spiegato che per Mediaset era importante avere un’alternativa all’informazione, che c’era bisogno anche in tv di quella normalità che ci è venuta a mancare».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button