Articoli di Economia e società

Nuovo centro natatorio a Jesolo entra nelle opere pubbliche

In Consiglio comunale l’aggiornamento del Programma triennale delle opere pubbliche con l’inserimento del nuovo centro natatorio tra gli interventi prioritari per la città di Jesolo. Un passaggio propedeutico alla imminente fase di gara necessaria ad individuare il soggetto esecutore.

Ulteriore passo in avanti per il progetto del nuovo centro natatorio a Jesolo. Fortemente voluto dall’amministrazione comunale, sarà realizzato seguendo lo schema del partenariato pubblico-privato.

Convergenza fra pubblico e privato

L’opera pubblica considerata strategica entra infatti nel programma triennale delle opere pubbliche in discussione in Consiglio comunale. Si prepara la fase di gara per la scelta del soggetto che si occuperà della realizzazione e gestione dell’impianto. Dopo l’approvazione del progetto di fattibilità tecnico-economica e la dichiarazione della pubblica utilità dell’opera, il nuovo centro natatorio diventa sempre più concreto.

Il nuovo centro natatorio

Realizzato su un’area di proprietà comunale lungo via M. L. King, in prossimità della RSA Stella Marina, potrà contare su una vasca principale semi-olimpionica e una vasca di riscaldamento con complessive 11 corsie per allenamenti e corsi.

Le caratteristiche dell’impianto permetteranno di ospitare competizioni di diverso tipo, compresi i campionati italiani di nuoto in vasca corta e realizzare meeting internazionali della disciplina. Grazie alla presenza di ampie aree fitness e benessere, di ristorazione e ambulatori sportivi potrà diventare un punto di riferimento per eventi e aggregazione.

La soddisfazione del sindaco Zoggia

“L’amministrazione sta dando seguito ad un progetto strategico per la città. Contribuirà ad ampliare l’offerta di servizi di alta qualità ai cittadini jesolani e non solo. Si riprende un percorso di valorizzazione dello sport e degli eventi sportivi nell’ambito del nuoto che contribuirà ad elevare il prestigio di Jesolo.

Grazie alla formula del partenariato pubblico-privato, poi, la città potrà ottenere un impianto nuovo e tecnologicamente avanzato dal valore di 10 milioni di euro “chiavi in mano”, spalmando i costi di realizzazione sul lungo periodo.

Siamo certi dei vantaggi e dei benefici che l’opera avrà per Jesolo. Contiamo di poter passare alla fase di gara in tempi rapidi per consentire l’avvio dei lavori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button