Quello di oggi non è stato il primo giorno di scuola per tutti nel Veneto: quasi settemila bimbi no vax oltre 3000 negli asili nidi e quasi 4mila nelle scuole materne non hanno potuto varcare la soglia degli edifici perchè non sono stati vaccinati, o meglio non sono stati sottoposti a nemmeno uno dei dieci vaccini previsti dalla cosiddetta “legge Lorenzin”, la norma che ha preso il nome dell’ex ministro alla salute pubblica che l’ha voluta introducendo di fatto l’obbligatorietà vaccinale che in Veneto non c’era.

Bambini no vax

Non scatterà invece ancora la multa da 100 a 500 euro per gli studenti non in regola con le vaccinazioni che frequentano le scuole dell’obbligo, quindi nella fascia di età 6-16 anni.

Ora le regioni italiane che vogliono procedere in modo uniforme dovranno capire come applicare le sanzioni e procedere con chi è privo ad esempio solo di qualche somministrazione.

I dati

La provincia con più bimbi no vax è quella padovana con con 1377 casi, seguita a ruota da quella trevigiana 1373. Va chiarito che molti bimbi dei nidi erano stati ritirati già lo scorso anno a causa della nuova normativa e i genitori avevano trovato sedi alternative come i nidi di famiglia o i cosiddetti asili nel bosco, una sorta di fattorie didattiche, dove non è richiesta alcuna certificazione sul fronte vaccinale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here