Articoli di Cronaca

Mira, si asserraglia in casa e spara ai carabinieri: arrestato

La moglie aveva chiamato i soccorsi perchè lui non stava bene. La compagna è rimasta ferita e anche due militari

Non si è ancora placato l’eco del delitto avvenuto in Mira la sera del 04 luglio, che ancora una volta i carabinieri della tenenza di Mira, devono intervenire a seguito di una richiesta di intervento urgente. Tutto nasce questa mattina, quando i militari ricevono una richiesta di intervento da parte del 118, intervenuto su richiesta della moglie di un uomo di Mira, M.L. classe 54,  che aveva accusato un malessere e da qui l’arrivo dei sanitari presso la sua abitazione.

Ma l’uomo, probabilmente sofferente di pregresse patologie, alla vista dei sanitari, si barrica nella camera da letto. Nel contempo interviene, una pattuglia dell’Arma di Mira, preallertata dai sanitari, e scopre che l’uomo, barricatosi in casa, ha nella sua disponibilità anche un’arma fucile doppietta con il relativo munizionamento.

Carabinieri di Mira

Vista l’allarmante situazione venutasi a creare, i militari indossano subito i dispositivi di protezione e cercano di far tornare alla ragione l’uomo, ma questi,  senza dar tempo di poterlo instaurare un dialogo, spalanca di colpo la porta della camera da letto imbracciando il fucile, puntandolo ad altezza uomo verso i militari. La fulminea, rapida e pronta reazione dei uomini dell’Arma, addestrati a queste eventuali situazioni di estremo pericolo, evita però la già drammatica situazione che si è venuta  creare; l’uomo viene subito disarmato ed immobilizzato, non prima però che questi possa esplodere 2 colpi d’arma da fuoco, che vengono deviati e che attingono le pareti dell’abitazione; una scheggia però rimbalza e ferisce superficialmente anche la moglie, già preoccupata per le condizioni del marito.

Fortunatamente i sanitari, sono già presenti sul posto e possono subito soccorrere la donna. Durante le operazioni di disarmo dell’uomo, nella colluttazione, rimangono feriti anche 2 militari dell’Arma che dovranno poi ricorrere alle cure mediche, per contusioni multiple presso l’Ospedale Civile di Dolo (VE).

Il gesto del marito

La moglie dell’uomo, non sa darsi spiegazioni sull’insano gesto del marito; viste le condizioni di salute, questo è stato trasportato presso il reparto psichiatrico dell’Ospedale della Riviera, tratto in arresto e piantonato dai militari dell’Arma. Una sfilza l’elenco dei reati che gli saranno contestati, partendo dal più grave quello del tentato omicidio, arrivando alla violenza e resistenza e lesioni a Pubblico  Ufficiale, minaccia con l’uso delle armi,  e detenzione abusiva di armi e munizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close