Servizi Sport

Dance ability – la danza che ci rende tutti uguali

Al via il progetto di dance ability di Clara Santoni. Con la musica e la danza i ragazzi dimenticano la disabilità

Il nuovo progetto di Dance ability di Clara Santoni. La disabilità si dimentica attraverso la danza.

Musica e corpo connessi

Nel cerchio magico della danza tutti i bambini sono uguali. La musica e i piedi parlano per loro. Proprio il potere che la danza ha di superare le barriere ha spinto la ballerina e insegnante Clara Santoni, ad organizzare dei corsi di dance ability. Si tratta di un linguaggio corporeo che tutti possono parlare e capire. La danza può infatti aiutare ad esprimersi, a socializzare e a coordinare i movimenti, dimenticando la gabbia della disabilità.

Dance ability

È insomma attraverso la danza che si arriva più facilmente a mettere in pratica il concetto di inclusione. Il luogo dove ciò accade è a Spinea nella sede dell’Academìa Veneta di danza, dove il progetto “Up and down-dance in the middle” propone dieci lezioni per un gruppo da cinque a quindici bambini con disabilità. Saranno seguiti sia da operatori specializzati nell’assistenza sia dai maestri della scuola di ballo. Alla fine i loro movimenti, ma anche la loro socialità ne beneficeranno e forse diventeranno un vero gruppo di ballo.

In progetto le borse di studio

Non solo Clara Santonin diplomata alla Royal Academy of Dance di Londra cerca sostegno al suo progetto anche per istituire delle borse di studio da assegnare ai più meritevoli, esattamente come per gli altri allievi. Insomma quando l’inclusione non ha niente a che fare con un generico buonismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button