Il Sindaco Luigi Brugnaro risponde

Coronavirus: aggiornamento 28 marzo: Brugnaro e Zappalorto

Controlli della Polizia locale, richieste di deroga al DPCM delle aziende veneziane, Arsenale: gli aggiornamenti di sabato 28 marzo

Nuovo aggiornamento del sindaco Luigi Brugnaro nella Smart Control Room del Tronchetto. Per informare la cittadinanza all’incontro di sabato pomeriggio è intervenuto anche il prefetto Vittorio Zappalorto, che ha invitato ancora una volta a rimanere a casa in ottemperanza alle indicazioni del Governo sull’emergenza coronavirus.

Controlli della Polizia locale

Durante la diretta sono stati comunicati i dati relativi ai controlli della Polizia locale di venerdì 27 marzo: identificate 63 persone, 3 delle quali sono state denunciate. Il totale delle persone sanzionate diventa quindi di 1150. Accertamenti anche per 11 attività commerciali, senza ravvisare irregolarità.

Richieste di deroga al DPCM delle attività produttive

Alla Prefettura di Venezia dal 24 al 28 marzo (il dato è in aggiornamento) sono giunte circa 1400 richieste di deroga al DPCM sulla sospensione dell’attività delle aziende “non strategiche”: 120 provengono da realtà già in possesso del codice Ateco autorizzato, per 400 circa sono invece in corso accertamenti o verifiche.

Turismo e occupazione

Per la filiera del turismo va dichiarato uno Stato Di Emergenza perché la crisi durerà più di nove settimane. È uno dei settori economici più importanti di Venezia e dell’Italia e va protetto. Effetti sull’occupazione: il 62% degli italiani pensa che aumenteranno i disoccupati. Si possono proteggere per tutta la vita i disoccupati o invece si può fare in modo che le persone non diventino disoccupate. Come? Mantenendo in vita le imprese e sostenendo le filiere.

Minuto di silenzio il 31 marzo

Prefetto e sindaco hanno ricordato l’iniziativa lanciata dall’Anci, Associazione nazionale Comuni italiani, per martedì 31 marzo: alle 12 bandiere a mezz’asta e inno di Mameli. L’invito ai cittadini è di uscire in balcone e partecipare in maniera collettiva. Anche il Comune aderirà: il primo cittadino parteciperà al minuto di silenzio davanti a Ca’ Farsetti, poi partiranno l’inno di Mameli e quello di San Marco.

Salone Nautico rinviato

Ribadito il rinvio della seconda edizione del Salone Nautico al 2021: la manifestazione si sarebbe dovuta tenere dal 3 al 7 giugno 2020 all’Arsenale. L’assessore al Bilancio, Michele Zuin, ha spiegato che la Giunta lunedì 30 marzo presenterà un emendamento al bilancio attraverso il quale le risorse stanziate per l’infrastrutturazione dei pontili del Salone saranno spostate al prossimo anno. Confermato invece l’impegno dell’Amministrazione per l’infrastrutturazione “generale” dell’Arsenale, che comprende il potenziamento delle cabine elettriche di media tensione e la ristrutturazione dei servizi igienici.

Emergenza Coronavirus a Venezia

Puoi rivedere la trasmissione “Il Sindaco Risponde” su Televenezia ogni giorno alle ore 20, 23.30 e 8.00 della mattina seguente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close