Articoli di Cronaca

Anziani assistiti al risparmio: truffati enti pubblici e famiglie

Blitz della guardia di finanza nel mondo delle case di cura per anziani. Secondo i finanzieri sarebbero stati truffati 10 milioni di euro alle regioni del Veneto, Friuli, Piemonte e altre dell'italia centrale e meridionale fornendo servizi scadenti agli utenti

Avrebbero assistito gli anziani riducendo gli standard previsti risparmiando sul personale, gonfiando le ore di lavoro e assumendo persone non qualificate. Un’accusa orribile che avrebbe fruttato dieci milioni di euro secondo un’inchiesta della guardia di finanza alla società Sereni Orizzonti.

Un colosso che opera in Germania e in Spagna e gestisce 5900 posti letti e occupa quasi 3mila dipendenti e punta a raggiungere nel 2022 la soglia dei 10 mila posti letto.

Gli arresti

Nove arresti, perquisizioni e sequestri per i milioni sottratti, sono scattati stamane a Udine sede della società. Il personale è stato radunato nel cortile interno della sede di via Vittorio Veneto senza possibilità di accedere agli uffici.

Tra le persone arrestate c’è anche il presidente della società friulana ed ex politico Massimo Blasoni. L’ accusa degli investigatori delle fiamme gialle è di truffa aggravata in materia di spesa socio-sanitaria, ai danni dei bilanci delle Regioni Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Toscana e Sicilia.

Le irregolarità, secondo la guardia di finanza costituirebbero anche un raggiro degli ospiti privati che, a fronte delle rette di degenza pagate, hanno ottenuto prestazioni assistenziali inferiori.

L’assistenza ad anziani

L’assistenza ad anziani e minori secondo l’inchiesta sarebbe stata talmente deficitaria, da pregiudicarne benessere e salute.  Il personale rendicontava anche maggiori ore di assistenza socio-sanitaria, includendo tra queste anche quelle effettuate da personale privo delle necessarie qualifiche e, di fatto, impiegate solo nei servizi di pulizia e di cucina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
X