Articoli di Cronaca

Violenza contro gli anziani genitori: figlio allontanato da casa

Picchia e maltratta i genitori per anni: le prime denunce da parte della coppia nei confronti del figlio 50enne risalgono al 2014

I Carabinieri della Stazione di Spinea hanno eseguito un’ordinanza applicativa della misura di allontanamento dalla casa familiare e del divieto di avvicinamento nei confronti di A.S. di anni 50, del posto, disposta dal G.I.P. del Tribunale di Venezia, sulla base delle risultanze delle indagini avviate dai militari a seguito delle plurime denunce presentate sin  dal 2014 dal padre e dalla madre, nei suoi confronti per continui e pesanti atti di prevaricazione e violenze all’interno delle mura domestiche, che hanno portato non solo al procedimento penale in corso, ma all’applicazione della misura cautelare di prima istanza. La storia di maltrattamenti risale infatti almeno al 2014, da quanto raccontato dai poveri genitori ai Carabinieri ai quali si rivolgevano al culmine dell’ennesimo episodio di violenza e contrizione psicologica.

La violenza

L’uomo, infatti, ha evidenziato comportamenti violenti e minacciosi nei confronti dei genitori conviventi, perpetrando una serie di condotte e atteggiamenti vessatori, atti di prevaricazione e violenze tale da ingenerare un costante stato di paura.

Le denunce

A seguito della serie di denunce acquisite e degli accertamenti svolti dagli investigatori,  veniva richiesta dal p.m e convalidata dal giudice la misura cautelare che prescrive all’uomo di abbandonare l’abitazione famigliare associato al divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalle vittime, misura proprio volta a tutelare i due anziani dalle violenze e prevaricazioni; la misura veniva eseguita mercoledì con la dovuta cornice di sicurezza e coinvolgendo opportunamente i competenti uffici degli assistenti sociali.

Il contrasto alla violenza di genere e l’ascolto delle vittime di atti persecutori rappresenta per i Carabinieri una priorità istituzionale contrastata con ogni risorsa e mezzo messo a disposizione dalla legge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button