Articoli di Cultura e Spettacolo

Miss Italia: le ragazze pronte per le giornate finali

Le ragazze di miss italia pronte per le giornate finali ci raccontano dell'esperienza unica vissuta grazie a questo concorso: "Siamo qui per vincere e per dimostrare quanto valiamo"

“L’esperienza che stiamo vivendo è già un premio, vale più della corona. Essere qui, ottanta ragazze italiane, diverse l’una dall’altra, ma insieme, mi fa sentire speciale. Ogni giorno è una conquista”. Giulia Nora, genovese, Miss Cinema Liguria, studentessa di Giurisprudenza, sintetizza così il pensiero di molte ragazze in una pausa delle prove. Mentre nelle loro città si pensa a organizzare al meglio il televoto, che in questa edizione di Miss Italia decide tutto, le Miss preparano le giornate finali.

“Io sono pronta, ma tutte le ragazze mi sembrano determinate in modo giusto – spiega la veneta Angelica Campanella -. Io punto a diventare Miss Italia, è il mio obiettivo. Non mi piacciono i luoghi comuni di chi dice che è già contenta di essere arrivata fin qui, in finale. È il momento di stringere i tempi”.

Già soddisfatta Erica Filosa: “In realtà avevo già il biglietto per tornare a casa subito. Ma naturalmente, ora che sono qui, gioco le mie carte”. Una laurea in Scienze motorie, pallavolo, nuoto, majorette quando occorre: ecco la ragazza di Formia, piena di sorrisi.

La prova di talento

Gli autori hanno spiegato alle ragazze che, quando rimarranno in gara in dieci, ci sarà una ‘prova di talento’. E ognuna ha un piano, nemmeno tanto segreto. Qualcuna ne parla: “Vorrei accennare a come evitare i pericoli dell’anoressia. Io ci sono andata vicina”, dice per esempio Giorgia Pianta, Miss Jesolo. Ma i modi per esprimersi, per rivelarsi, sia pure in pochi minuti, forse uno, sono i più diversi.

Non solo miss italia

Intanto sono tornate a Jesolo Angela e Marika, le gemelle di Patti, impegnate per un giorno all’università nel test di ammissione a Medicina.

E le critiche al concorso? “Abbiamo già risposto in modo preciso con la nostra manifestazione, con i cartelli che sembravano bandiere per il loro significato. Si ha l’impressione che, all’esterno, qualche critico non conosca Miss Italia e parli di altro. Siamo onorate di essere qui”, dichiara Miss Valle d’Aosta Alessandra Boassi, al centro di un gruppo di miss… anche a nome loro. Non a caso ha il numero uno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
X