Servizi Cronaca

Maurizio Zamparini è morto: il calcio piange un grande presidente

Maurizio Zamparini ci ha lasciati nella notte nella clinica di Cotignola in provincia di Ravenna. E' l'uomo che tutti ricordano per aver tentato di dotare la città di un nuovo stadio che ancora manca

Maurizio Zamparini è morto, stroncato da una peritonite all’età di ottant’anni nella clinica di Cotignola a Ravenna. Ha suscitando un grande cordono nel mondo del calcio e a Venezia. Un imprenditore visionario di grande temperamento che ha costruito la sua fortuna puntando sui centri commerciali.

Maurizio Zamparini

Ha aperto il primo Mercatone Zeta, M come Maurizio, Z come Zamparini, a Vergiate e poi il denaro è lievitato ed è iniziata la grande avventura nel calcio, è lui che decide di fondere nel 1987 il Venezia con il Mestre. Mauro Zamparini, dalla C2, in 10 anni da presidente, ha portato la sua squadra alla serie A. Lasciò la città dopo aver visto infrangersi il sogno di sostituire lo stadio Penzo con uno nuovo a Tessera per Palermo.

Le condoglianze di Luca Zaia

Dopo, ha fatto il bis anche lì, portando la squadra in serie A da cui mancava da trent’anni,. Un personaggio che si è dibattuto tra successi e delusioni, come accade nello sport, ha dichiarato oggi Luca Zaia rivolgendo le condoglianze alla famiglia.

Il declino non gli ha risparmiato l’arresto per il fallimento della società Rosanero e lo scorso anno è arrivato anche il lutto per la morte del figlio Armando, trovato senza vita nella sua casa a Londra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button