Giorno della Memoria, Gianni De Luigi legge alcuni brani tratti dal libro Yossl Rakover si rivolge a Dio

Nel servizio dedicato al Giorno della Memoria Televenezia ospita l’attore Gianni De Luigi, volto noto a Venezia e anche direttore dell’Istituto della Commedia dell’Arte Internazionale.

Per ricordare le atrocità di cui sono capaci gli esseri umani De Luigi ha deciso di dare il suo contributo al Giorno della Memoria leggendo alcuni brani di un libro scritto da un autore vissuto a Varsavia.

Lo scrittore narra la sua esperienza del giorno più terribile di Varsavia, il 28 aprile 1943, quando un gruppo di ebrei si ribellò alle persecuzioni. L’opera è impregnata di spiritualità e di testimonianza.

Interessante anche la storia del libro stesso, trovato tra le macerie a Buenos Aires, dentro ad una bottiglia. Non si capiva se la storia fosse reale o meno e l’autore stesso giocò su questa ambiguità. Yossl Rakover si rivolge a Dio venne pubblicato con autore anonimo ed ebbe moltissimo successo in tutto il mondo.

Il personaggio del libro è autobiografico ma l’autore, Zvi Kolitz, decise si uscire allo scoperto solo dopo il successo dell’opera. Il mistero giocò a favore dello scrittore, tanto che si credeva che anche lui fosse morto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here