Da ottobre operativa la nuova residenza studentesca a Santa Marta

Proseguono a ritmo serrato i lavori per il completamento dello studentato più grande della Città, in area Santa Marta, Sestiere Dorsoduro. Già dall’inizio del prossimo anno accademico 2019-20 la struttura metterà a disposizione degli studenti dell’Università Ca’ Foscari Venezia e delle altre istituzioni universitarie cittadine un totale di 650 posti letto: i primi 365 alloggi saranno consegnati entro il 15 ottobre, mentre i restanti saranno ultimati entro il 15 novembre.

L’intero Piano di student housing in cui è inserito lo studentato fa leva su fondi messi a disposizione da Cassa depositi e prestiti e dall’INPS per sviluppare, attraverso il Fondo immobiliare Erasmo, un investimento da 120 milioni di euro per realizzare 3.000 nuovi posti letto a tariffe convenzionate nelle principali città universitarie italiane.

Il progetto

Il progetto, che interessa un complesso di edifici storici situato in un’area il cui potenziale era finora rimasto inespresso, rappresenta un intervento di rigenerazione urbana unico nel suo genere per la Città, destinato a raddoppiare l’attuale offerta abitativa per gli studenti: la prevalenza dei posti letto disponibili applicherà le tariffe fissate dall’Ente per il Diritto allo Studio Universitario di Venezia  e canoni calmierati in linea con gli importi stabiliti dal Contratto Abitativo Concertato del Comune di Venezia.

L’iniziativa

L’iniziativa, del valore di circa 30 milioni di Euro, è stata realizzata tramite il Fondo Erasmo, fondo immobiliare dedicato al settore dell’housing temporaneo per studenti, gestito da Fabrica Immobiliare SGR e sottoscritto al 60% dal Fondo FIA (Fondo Investimenti per l’Abitare gestito da CDP Investimenti SGR del Gruppo Cassa depositi e prestiti) ed al 40% dal Fondo Aristotele (interamente sottoscritto da INPS). L’intervento si avvale inoltre di un contributo del MIUR di circa 4 milioni di euro ex lege338/2000.

L’area su cui si sviluppa il cantiere, di proprietà dell’Ateneo, è stata concessa in diritto di superficie per 75 anni al Fondo Erasmo. Allo scadere di tale termine, l’Università riacquisirà la piena proprietà dell’area senza corrispondere alcun onere.

I lavori di realizzazione, su progetto del Consorzio di Progettazione, sono stati affidati a CMB nel 2017, ad esito di una procedura di selezione indetta da Fabrica SGR.Jacobs ha affiancato la SGR nelle attività di project management.

Gestore della residenza studentesca sarà Camplus, primo provider di housing per studenti universitari in Italia, che oggi gestisce circa 7 mila posti letto in tutto il Paese ed è presente in 12 città italiane oltre che in Spagna, con una struttura a Pamplona.

Le tariffe

La Residenza studentesca riserverà 82 posti letto a prezzi calmierati agli assegnatari del bando Esu e altri 250 posti letto a tariffa agevolata Housing Sociale.

Le tariffe a canone calmierato per il Diritto allo studio universitario sono fissate in 327 euro per la camera singola e 228 euro per il posto letto in  doppia, mentre per le tariffe Housing Sociale sono di 426 euro per la camera singola e 327 euro per il posto letto in camera doppia. Gli importi Housing Sociale sono stabiliti dal Contratto Abitativo Concertato del Comune di Venezia.

I restanti 318 posti letto prevedono un canone sostanzialmente in linea con le tariffe housing sociale: 380 euro per il posto letto in camera doppia, 490 per la stanza singola e 530 per la stanza singola superior.

Per informazioni

Per informazioni, visite e pre-iscrizioni alla Residenza gli studenti potranno contattare il gestore della struttura tramite il sito www.camplusapartments.it

Residenza studentesca

Il complesso consta di tre edifici, “Cubo”, “Parallelepipedo” ed “Edificio Sud” su una superficie totale di 20.000 mq di cui 15.000 mq interni e 5.000 mq esterni.

L’offerta abitativa sarà affiancata da una serie di servizi concepiti per favorire la vita di comunità degli ospiti: circa un terzo delle superfici sarà infatti occupato da spazi comuni, con servizi a supporto della didattica o pensati per il tempo libero. Inoltre, in accordo con il Comune di Venezia, l’intervento include la sistemazione di un’area verde, di pertinenza del complesso, a beneficio della cittadinanza.

Al piano terra degli edifici avranno sede le attrezzature comuni ed i servizi, mentre i piani superiori saranno destinati ad ospitare gli alloggi, che saranno locati già ammobiliati e dotati di servizi igienici ed angolo cottura.

Tutte le tipologie di alloggio, destinate agli studenti delle università veneziane, sono dotate di WI-FI gratuito, reception 24 ore su 24 e dei seguenti servizi dettagliati per edificio:

“Cubo”: 286 posti letto, ripartiti in 67 stanze doppie e 152 singole. Nell’edificio avranno inoltre sede reception, front-office, uffici, aule studio, sala conferenze, sala TV, palestra, lavanderia e sala giochi.

“Parallelepipedo”: 136 posti letto, ripartiti in 59 stanze doppie e 18 singole. Nell’edificio avranno inoltre sede segreteria, area ritrovo, una sala riunioni, sala studio e sala video.

“Edificio Sud”: 228 posti letto, ripartiti in 112 stanze doppie e 4 singole. L’edificio ospiterà inoltre sale video e sale riunioni, nonché il complesso bar – area colazioni – distributori automatici di cibi e bevande.

Le dotazioni impiantistiche della residenza studentesca a Santa Marta prevedono la produzione di energia tramite fonti rinnovabili (impianto fotovoltaico e solare termico), la presenza di un cogeneratore e la gestione dell’edificio tramite sistema di “Building  Management System (BMS)”che consente di programmare e gestire i consumi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here