Servizi Economia e società

Coronavirus: aiutiamo gli ospedali di Venezia e Treviso. Gli appelli

Sono tanti i personaggi famosi che lanciano iniziative di solidarietà e raccolte fondi per far fronte al Coronavirus. Bebe Vio e Red Canzian sostengono gli ospedali di Venezia e Treviso e ci invitano a fare altrettanto

In questo videomessaggio sono diversi i vip che chiedono donazioni per gli ospedali di Treviso e Venezia durante l’emergenza coronavirus. Sono Bebe Vio, atleta, Red Canzian, cantante, e Ivonne Chiarin, capitano della squadra di Drgon Boat il Trifoglio Rosa di Mestre. Tutti loro ci chiedono, in questo particolare momento, di fare un gesto altruista.

Coronavirus

I soldi donati andranno agli ospedali di Treviso e Venezia per l’acquisto di della strumentazione necessaria per affrontare questa emergenza.

Aiutiamo gli ospedali

Tanti volti che hanno sostenuto e promosso la raccolta fondi AIUTIAMO GLI OSPEDALI della Fondazione di CentroMarca Banca al fine di raccogliere donazioni per l’acquisto di apparecchiature destinate alle terapie intensive di Treviso e Venezia delle aziende ULSS 2 e ULSS 3. Da tutti partono due messaggi importanti: innanzitutto rimanere a casa, perché questo è il modo più concreto per aiutare i nostri sanitari, e donare.

“Diciotto anni fa dopo un gravissimo incidente stradale – racconta nel video messaggio Daniele Furlan paralizzato dal collo in giù – ho avuto salva la vita grazie ad un periodo in terapia intensiva, curato da medici e infermieri, con accanto un respiratore che mi ha assistito nella respirazione. In questo momento molti medici ed infermieri stanno eroicamente lottando per salvare le vite di molti nostri concittadini affetti da coronavirus ma senza quei ventilatori i loro sforzi possono risultare vani “

E lancia il suo appello, con a fianco proprio il suo ventilatore polmonare, anche Simone Ranzato, 15enne di Casale sul Sile (TV) affetto da Sma 2 “Anch’io sto a casa con grande sacrificio. Rispettiamo le regole. Restiamo a casa e cerchiamo di essere d’aiuto aderendo a questa iniziativa” esorta Simone tre volte campione italiano e due volte top player della Nazionale italiana di Wheelchair Hockey.

“È un gioco di squadra quello che si deve fare ora- afferma in un video messaggio Lorenzo Bazzanella de “La Polisportiva Casale”. Quella che stiamo giocando ora è la partita più grande che coinvolge tutto il territorio, che coinvolge tutti noi in prima persona. Dobbiamo giocare questa partita per poterla vincere. Dobbiamo darci da fare attivamente. Le bandiere gli incoraggiamenti, i flash mob vanno benissimo ma non è sufficiente. C’è la necessità di strumenti.”

Le donazioni

Strumenti che possono essere acquistati, anche grazie ad un contributo di 50.000 euro già donato da CentroMarca Banca all’ Aulss2 versati nel conto “Per mio figlio” e all’Aulss 3 che ha indicato il conto aperto dalla Regione Veneto.

Un vero gioco di squadra che parte dalla generosità delle persone che donano quello che possono, talvolta anche sacrificando quelle somme messe da parte, con sacrificio, per beni utili a chi è più fragile.

“Avevamo messo da parte una cifra per acquistare un nuovo pulmino per le persone disabili – racconta Daniele Furlan che è anche Presidente del Comitato “Melograno” e consigliere dell’associazione “La Colonna Onlus – Lesioni spinali” – Abbiamo deciso di donarli a chi in questo momento ne ha più bisogno e per noi utilizzeremo un vecchio pulmino che ho fatto sistemare e revisionare”.

Un video appello, caratterizzato dalla sua consueta simpatia, proviene anche dalla pluricampionessa Bebe Vio appena rientrata a Mogliano Veneto. “È un momento difficile per molte famiglie. Nel nostro piccolo possiamo contribuire stando a casa e donando agli ospedali. Io – continua Bebe- tengo in particolar modo a quelli di Venezia e Treviso perché sono veneziana e la mia famiglia abita a Mogliano Veneto. Ma vivo a Roma e quindi vi chiedo anche di poter contribuire al crowdfunding della Roma calcio che sta sostenendo l’ospedale “Spallanzani” della capitale”.

Sono stati tanti i messaggi di sostegno, realizzati ognuno dentro alle proprie mura domestiche: lo studente trevigiano Gianmarco Berlese, bloccato a Parigi, l’assessore alla cultura del comune di Treviso Lavinia Colonna Preti, Nicola Palumbo presidente del Comitato Ente Palio di Montebelluna (Tv), il manager sportivo Andrea Vidotti, Enrico Scotton presidente della Pro loco di Noale (VE), Marcello Patteri campione europeo di ginnastica artistica della Polisportiva “Mistral”, Serafino Guidolin presidente della “Croce Verde La Marca”, la pittrice Stefania Gallina e l’imprenditrice trevigiana Paola Zuliani.

Come donare

Donare è molto semplice, per contribuire sarà sufficiente eseguire un bonifico bancario sul conto corrente intestato a: EMERGENZA CORONAVIRUS : IT 21 P 08749 12001 014000771267 o anche attraverso PayPal e Satispay, registrandosi alla piattaforma www.cmb4people.org.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
X