Articoli di Cronaca

Dosi di cocaina, ecstasy e marijuana: in manette pusher 25enne

Cocaina negli slip, altra droga in casa: il giovane di Noale è stato notato dai Carabinieri per il suo comportamento nervoso.

I Carabinieri della Stazione di Noale, nel corso di un normale servizio di controllo del territorio, nel pomeriggio del 31 luglio, hanno tratto in arresto in flagranza di reato F.N. classe 93, residente a Noale per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio come cocaina, ecstasy e marijuana.

Stavano eseguendo un normale controllo, una identificazione tramite esibizione dei documenti d’identità ma quell’atteggiamento così nervoso e irrequieto di F.N. non ha convinto i  carabinieri che hanno deciso di approfondire il controllo.

In particolare, F.N. alla richiesta dei due militari in merito all’eventuale possesso di sostanza stupefacente, dichiarava di aver solo “un po’ di Marja” all’interno della sua autovettura parcheggiata poco distante. Sulla scorta delle sua dichiarazioni, i militari procedevano alla perquisizione dell’auto rinvenendo invece nel vano portaoggetti una pastiglia di ecstasy, consegnata spontaneamente da F.N..

Le perquisizioni

La conseguente perquisizione personale del ragazzo, consentiva di rinvenire ulteriore sostanza stupefacente, nello specifico una piccola dose di marijuana all’interno di un pacchetto di sigarette nascosto nelle tasche dei pantaloni e, ben nascoste sotto gli slip, ben 14 dosi di cocaina, opportunamente confezionate e pronte per la vendita, per un totale di circa 8 grammi.

A quel punto, la perquisizione veniva estesa anche all’appartamento di F.N. e consentiva di rinvenire altro stupefacente, in parte già suddiviso in dosi. In particolare F.N. nascondeva in casa un involucro contenente quasi 25 grammi di cocaina nonché 10 dosi della medesima sostanza già pronte per essere vendute, due pastiglie di ecstasy, come quella rinvenuta nel vano dell’auto e poco più di un grammo di marijuana.

Inoltre veniva rinvenuto anche un barattolo contenente sostanza da taglio, utilizzata di solito dagli spacciatori per “tagliare” lo stupefacente, materiale in cellophane per il confezionamento delle dosi, ed un bilancino di precisione digitale per la pesatura.

L’arresto

Il ragazzo, dopo esser stato dichiarato in stato di arresto, è stato giudicato dall’A.G. veneziana con rito direttissima che lo ha sottoposto alla misura dell’obbligo di firma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button