Servizi Cronaca

Acqua Alta: 1 milione di euro dai russi per Venezia

Passata l'emergenza: queste sono le ore da dedicare alle azioni perchè Venezia non venga più colpita in questo modo. Rialzarsi è sempre più difficile in un momento in cui il paese non cresce. Sono partite diverse raccolte fondi anche tra le polemiche.

In meno di 24 ore l’ambasciata italiana a Mosca ha raccolto 1 milione di euro di promesse donazioni da parte di russi facoltosi per sostenere il restauro del patrimonio culturale di Venezia, colpito dall’acqua alta. Aperto un conto corrente per le donazioni

Acqua alta

Lo fa sapere l’ambasciatore Pasquale Terracciano. Domani verrà lanciata ufficialmente la campagna di solidarietà presso l’ambasciata con un concerto del maestro Valery Gergiev, direttore del teatro Mariinsky di San Pietroburgo, alla vigilia della sua tournée in Cina.

Il sindaco

Sarà denaro che dovrà gestire il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro nei panni del commissario delegato per i danni dalla mareggiata. Assieme ai 20 milioni di euro stanzianti dal governo. Il sindaco ha annunciato che in queste ora su Internet compariranno le schede da compilare per private e imprese e ottenere finanziamenti.

“Sono venuti tutti – ha dichiarato Brugnaro – di ogni partito. Abbiamo remato tutti dalla stessa parte. E’ in gioco la credibilità del Paese.”.

Odiatori seriali

Parole che non hanno fermato gli odiatori seriali. Ci sono stati dirigenti scolastici del sud che hanno dichiarato di non partecipate alla raccolta fondi accusando il nord di aver sottratto risorse al sud. Odio che ha fatto perdere la pazienza anche ad Enrico Mentana. In un post su facebook il direttore de la7 ha scritto “chiedo agli odiatori territoriali di levarsi di mezzo, non voglio avere nulla a che fare con chi si fa contagiare da questo clima di odio e disprezzo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close