Alta marea eccezionale Aperto un conto corrente per le donazioni

Venezia è stata colpita da un’alta marea eccezionale – la seconda più elevata nella storia – che ha procurato danni ingentissimi alla Città, ai residenti e alle attività economiche. Edifici pubblici, rive e fondamenta, la Basilica di San Marco e tutto il patrimonio storico-artistico, musei, scuole, le isole, le abitazioni, i negozi e le attività artigianali sono stati devastati dall’acqua alta e dalla furia del vento.

Alta marea eccezionale

“La Città, con i suoi abitanti e la collaborazione di tutte le Forze dell’ordine, della Protezione civile e dei Vigili del fuoco, si è messa subito al lavoro per sistemare, ripristinare, ricostruire e ripartire – dichiara il sindaco Luigi Brugnaro – ma l’attività da fare resta ancora enorme. Se vuoi dare il tuo contributo per sostenere Venezia, i suoi residenti e la ripresa delle attività economiche e sociali, puoi farlo attraverso una donazione che sarà diretta al ripristino di quanto è stato danneggiato da questi eventi eccezionali e per far ritornare alla normalità la nostra Città. Venezia è un orgoglio di tutta l’Italia, Venezia è un patrimonio di tutti, unico al mondo. Grazie al tuo aiuto Venezia tornerà a splendere”.

Conto corrente

  • Intestazione conto: Comune di Venezia – Emergenza acqua alta
  • Causale: contributo emergenza acqua
  • Per bonifici effettuati dall’Italia: IBAN: IT 24 T 03069 02117 100000 018767
  • Per bonifici effettuati dall’estero: oltre al medesimo IBAN è necessario riportare il codice BIC IBAN: IT 24 T 03069 02117 100000 018767 BIC: BCITITMM

6 Commenti

  1. […] Il presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, e il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, hanno effettuato un sopralluogo oggi, assieme tra gli altri al sindaco Luigi Brugnaro, al presidente della Regione Veneto Luca Zaia, al prefetto Vittorio Zappalorto, all’onorevole Nicola Pellicani e ai massimi rappresentanti civili e militari cittadini per rendersi conto di persona delle conseguenze dell’acqua alta straordinaria che ha colpito Venezia martedì scorso. Aperto un conto corrente per le donazioni […]

  2. […] Numerosi volontari della Protezione civile di Venezia sono intervenuti oggi a Burano per prosciugare alcune aree allagate dall’acqua alta e per fornire supporto agli operatori Veritas nel recupero di rifiuti ingombranti dalle abitazioni. A ciò si sono aggiunte anche delle verifiche di situazioni di rischio. Alta marea eccezionale: Aperto un conto corrente per le donazioni […]

  3. […] Acqua alta a Venezia: Eccezionale il numero di forze dispiegate sul campo dal Sistema di Protezione civile che, in vista della nuova punta massima di 160 centimetri prevista per le ore 13, vede l’impiego di almeno 280 volontari appartenenti ai Gruppi comunali e alle associazioni di Protezione civile della Città di Venezia, nonché della Città metropolitana e delle province di Padova, Treviso e Rovigo. Alta marea eccezionale: Aperto un conto corrente per le donazioni […]

  4. […] Il Centro previsioni e segnalazioni maree della Protezione civile – direzione Polizia locale del Comune di Venezia comunica che oggi, domenica 17 novembre, l’acqua alta ha raggiunto un picco massimo di 150 centimetri alle ore 13.10 a Punta della Salute e di 155 centimetri alle dighe di San Nicoletto e di Malamocco. Si tratta di un valore che ha comportato l’allagamento del 69% del suolo calpestabile della Città.  Alta marea eccezionale: Aperto un conto corrente per le donazioni […]

  5. […] Intanto continua la raccolta fondi attraverso il numero solidale 45500. Fino sono stati raccolti quasi 490 mila euro a sostegno della città di Venezia, colpita dalla marea eccezionale e dal maltempo nei giorni scorsi. I fondi raccolti saranno trasferiti dagli operatori, senza alcun ricarico, al Dipartimento della protezione civile. La destinazione delle somme, assicura il dipartimento, sarà successivamente valutata da un comitato dei garanti appositamente istituito. Aperto un conto corrente per le donazioni […]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here