Servizi Sport

Umana Reyer vince ancora: con il Trieste: parla Francesco Rigo

Un periodo d'oro per le squadre di basket e di calcio veneziane. Molte le vittorie e le soddisfazioni per i tifosi.

Grazie Margherita. Siamo in collegamento con Francesco Rigo, capo ufficio stampa dell’Umana Reyer. Insomma, il commento del Lunedì, oggi trionfalistici. È stato davvero un fine settimana campale per tutto lo sport veneziano devo dire. Sia per il calcio sia per il basket. Vai Francesco Rigo.

“Ciao Maria Stella. È sempre un piacere essere qui ospiti, alla tua trasmissione. È stata una grande domenica, come hai detto tu di basket e di calcio, perché hanno vinto sia l’Umana Reyer sia, come hai anticipato, il Venezia calcio. Devo dire che è stata una bella festa al Taliercio, con un Taliercio sold out al 60%, che è il massimo di capienza consentita attualmente. Con tanti bambini, tante famiglie che si sono radunate attorno al parquet e hanno veramente creato una grande atmosfera che ha anche spinto la squadra a vincere il derby nel nord-est.”

Il trionfo della Reyer

Ti interrompo un secondo perché volevo dirti che in queste ore ci stanno arrivando molte email e molti whatsapp di persone che dicono: “accidenti, bellissimo. Con questo trionfo dello sport veneziano abbiamo proprio voglia che si dia un nuovo stadio, un nuovo palazzetto dello sport alla città.” Chiudo questa parentesi perché ha un po’ una sfumatura politica, però è anche una sfumatura sportiva diciamo, no?

“Ma lo sport, lo diciamo sempre, è importante non solo dal punto di vista della pratica ma anche per i valori che trasmette, quindi ha un connotato sociale e culturale che, appunto, aiuta tutto il tessuto cittadino. Non soltanto chi è appunto appassionato.”

Il nuovo palazzetto

Io credo che a livello trasversale tutta la città, tutte le forze politiche vogliano un nuovo palazzetto, un nuovo stadio. Il problema è chi lo costruisce, dove si costruisce, come si costruisce, come si fa, come non si fa? Ma questa esigenza c’è, insomma, è sentita no?

“Diciamo che Venezia in questo momento è ai vertici italiani sia dal punto di vista del basket maschile e femminile, sia dal punto di vista del calcio. Ma, come abbiamo visto anche nelle olimpiadi, tanti atleti di altre discipline si sono distinti per la propria capacità di essere competitivi ad alti livelli e di portare a casa trofei. Per cui sono d’accordo con te quando dici che i veneziani meriterebbero anche un contenitore oltre che il contenuto che adesso è di successo.”

L’incontro Trieste

Ma più che meritano, lo vogliono. Perché sai Francesco Rigo, io faccio la giornalista, non è che faccio politica. Io dico e raccolgo le istanze del territorio e le riporto, come dovrebbe fare un cronista, no? Io mi limito a fare questo, non dico altro. Se qualcuno viene a dire “io non voglio il palazzetto” gli do voce naturalmente, no? Senti parliamo dell’incontro che è stato bellissimo  con il Trieste?

“Si, appunto, penso che abbiamo anche delle immagini da mostrare in sovrimpressione. Una partita che l’Umana Reyer ha condotto dall’inizio alla fine con un’ottima prova di squadra che continua la crescita dopo le difficoltà iniziali del gruppo degli oro granata. Son stati protagonisti gli Italiani ieri, grande Tonut, grande Mazzola, grande De Nicolao che, seppur con un problema alla vista, comunque è stato molto utile alla causa. Si è sacrificato, come si è sacrificato Stone, Cerella. Ieri c’erano diverse defezioni, diversi infortuni ma la squadra ha dato una grande prova appunto, spinta anche dal pubblico. Adesso c’è la sosta e devo dire che ci si arriva nelle migliori condizioni possibili. Volevo sottolineare l’apporto dei tifosi, dei tanti ragazzini che finalmente possono tornare a sostenere dl vivo i propri beniamini che ci son tanto mancati nei mesi precedenti.

Ora, come ho detto, l’Umana Reyer lascia alla pausa del ‘pre-nazionali’ il campionato al sesto posto. Quando si riprenderà sarà un mese di dicembre bello tosto, con tante partite di alto livello al Taliercio, sia per quanto riguarda il campionato, sia per quanto riguarda la coppa europea. Però, veramente, De Raffaele ieri ha sottolineato come sia la simbiosi di tutti e il sacrificio di tutti a creare la squadra. Non abbiamo super star ma abbiamo un contributo da parte di tutti. La squadra si sta sistemando e sta creando una sua identità. Il coach la sta plasmando a sua immagine e somiglianza come è capitato nelle stagioni di grande successo in passato.”

Quindi tu non dici che sta emergendo qualcuno, no? Cioè tu insisti nel dire che è un gioco di squadra.

“Sicuramente Watt ha fatto una grande partita, una delle tante di questo ultimo periodo, Tonut anche. Però i giocatori riescono a rendere se c’è un sistema che li sostiene. È il sistema che esalta i giocatori da noi. Non sono i giocatori che fanno vincere le partite. È chiaro che poi i punti li fanno i singoli, però come possiamo vedere anche da queste immagini, le azioni sono corali, sono di squadra. È questa la nostra forza.”

Certo, certo. Sai Francesco Rigo, come si dice, ‘da soli si arriva prima ma assieme si arriva più lontani’.

“Assolutamente. Lasciami spendere le ultime parole in questo collegamento per le ragazze che torneranno in campo, per la partita di euro lega,  questo mercoledì contro Montpellier. Le francesi molto forti arriveranno al Taliercio. Sarà un grande spettacolo. Anche qui invitiamo i tanti tifosi sempre più appassionati della prima squadra femminile al Taliercio per sostenere le campionesse d’Italia. Dopo il cambio allenatore si stanno, anche loro, riassettando per cercare di trovare un’identità di squadra e proseguire nel migliore dei modi questo campionato, sia Europeo che è la massima competizione euro lega, sia il campionato di serie A. Mercoledì, alle sette e mezza, tutti al Taliercio.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button