Gli Speciali di Televenezia

Festa del Redentore 2020 a Venezia: alla scoperta della tradizione

Si è tenuta sabato 18 luglio, la "Notte famosissima" di Venezia, con festeggiamenti diffusi e in sicurezza, alla luce delle limitazioni imposte per il contrasto alla diffusione del Covid-19.

Una festa del Redentore 2020 “romantica” che ha messo in luce una Venezia resiliente e, come ogni anno, ha rinnovato i legami fondamentali con i valori della città e della tradizione. Si è tenuta sabato 18 luglio, la “Notte famosissima” di Venezia, con festeggiamenti diffusi e in sicurezza, alla luce delle limitazioni imposte per il contrasto alla diffusione del Covid-19.

Festa del Redentore 2020

L’avvio della festa del Redentore è stato dato venerdì 17 luglio, con l’apertura del ponte votivo, realizzato da Insula, alla presenza del sindaco Luigi Brugnaro e del patriarca Francesco Moraglia. Il programma ha poi previsto, per la notte di sabato 18, quattro “freschi notturni”, tavolate e mini-concerti nei campi, sempre nel rispetto delle norme di sicurezza. Ad esibirsi durante la serata Batisto Coco, Josmil Neris e i Laguna Swing, Furio e gli Ska-J e i Pitura Stail.

Regate del Redentore

Si sono svolte domenica 19 luglio, nelle acque del Canale della Giudecca, le Regate del Redentore della stagione remiera 2020, che hanno visto gareggiare giovanissimi su pupparini a due remi, uomini su pupparini a due remi e infine uomini su gondole a due remi.

Al termine di queste sfide avvincenti sono stati proclamati vincitori nella gara uomini su gondole Andrea Bertoldini e Mattia Colombi  dell’equipaggio rosso, nella gara uomini su pupparini Simone Costantini e Federico Busetto dell’equipaggio viola e nella gara giovanissimi su pupparini Luca Rigo e Giorgio Sabadin dell’equipaggio celeste.

Ha seguito le regate e partecipato alle premiazioni il consigliere delegato alla Tutela delle tradizioni Giovanni Giusto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button