Articoli di Economia e società

Solidarietà alimentare Covid-19: via libera ai contributi

Il contributo, attuato su proposta di Simone Venturini, da continuità alle attività già intraprese nei primi mesi di lockdown generale, ovvero a marzo.

La Giunta comunale, riunitasi oggi in web conference, ha approvato, su proposta dell’assessore alla Coesione Sociale, Simone Venturini, la delibera riguardante il contributo di solidarietà alimentare Covid-19, con la quale se ne stabiliscono gli indirizzi per l’attuazione.

I contributi nello specifico

Nello specifico, all’interno del DL 154/2020 – “Ristori Ter” dello scorso novembre, vengono messi a disposizione del Comune di Venezia fondi per 1.375.642,87 euro per acquisto e distribuzione di buoni spesa e beni di prima necessità per soggetti in difficoltà dovuta alle conseguenze dell’emergenza sanitaria “Covid-19”.

Solidarietà alimentare

Con la delibera approvata dalla Giunta si è quindi stabilito la ripartizione del fondo in due blocchi: il primo, dal valore di un milione di euro, sarà destinato all’erogazione di contributi di solidarietà alimentare, in forma di buono spesa da emettere tramite piattaforma informatica, erogabile periodicamente e cumulativamente, tenuto conto della composizione del nucleo familiare secondo quanto stabilito in dettaglio da successivi atti organizzativi della Direzione Coesione Sociale, il secondo, per 375.642,87 euro sarà invece destinato ad interventi di distribuzione alle famiglie indigenti, in via diretta o per il tramite di organizzazioni di volontariato e operatori economici di riconosciuta affidabilità, di generi alimentari e beni di prima necessità.

Le parole di Simone Venturini

“I mesi che ci attendono, così come quelli appena passati, saranno particolarmente difficili ed impegnativi sul piano sociale. Un periodo che ha visto questa Amministrazione e la precedente impegnate, con in prima linea il sindaco Luigi Brugnaro, a fare in modo che tutti i cittadini, soprattutto quelli maggiormente in difficoltà, sentissero la vicinanza delle istituzioni sia dal punto di vista di economico che di sostegno.

La crescente difficoltà economica, il perdurare della pandemia e l’azzeramento del turismo stanno seriamente impoverendo le famiglie veneziane. In questi mesi il Comune di Venezia ha messo in atto innumerevoli azioni per sostenere le famiglie colpite dalla crisi. Introducendo nuovi servizi e nuovi sostegni e lavorando per affiancare all’attività di aiuto economico ordinaria anche nuove e straordinarie forme di accompagnamento.”. Commenta l’assessore Venturini.

La delibera da la continuità alle attività già intraprese a marzo

” Nel corso del 2020 abbiamo stanziato risorse economiche extra per far fronte alla grande mole di richieste ricevute e lo stesso abbiamo fatto a dicembre, in fase di approvazione del bilancio 2021.

Questa delibera ci consentirà di garantire piena continuità alle attività messe in campo nel corso dei mesi di lockdown e che hanno consentito, seppur solo in parte, di limitare il drammatico impatto della crisi economica. Nelle prossime settimane uscirà l’avviso pubblico on line per le richieste che conterrà requisiti analoghi al precedente.

Ringrazio tutto il personale impegnato in questi mesi nel sostegno alle famiglie e tutta la preziosa rete di volontari delle associazioni caritative del territorio che ci ha garantito grande collaborazione”. Conclude l’assessore alla coesione sociale Simone Venturini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button