Servizi Cultura e spettacolo

Simona La Corte presenta “Hidden by the night”

Il romanzo, di genere romantic-suspance, racconterà una storia di amore e azione vista da tre originali punti di vista

Simona la Corte è un’autrice romance che ha pubblicato il suo ultimo romanzo dal titolo Hidden by the night in esclusiva su Amazon lo scorso luglio.

Simona La Corte, il primo libro romantic-suspance

Hidden by the night è un romantic-suspance, racconta l’autrice, e chi mi conosce dall’inizio sa che io ho esordito nel 2019 con una serie music-romance, quindi romanzi ambientati nel mondo della musica. Questo, invece, è stato il primo che ho scritto del genere e devo dire che è stata una bellissima avventura, molto emozionante e mi ha permesso di mettermi alla prova e di sperimentare questo genere per me nuovo e di arricchire, anzi, la storia d’amore con altri elementi quali il suspance, il thriller psicologico, le scene d’azione; tutti elementi che hanno, in un certo senso, reso più movimentata anche la vicenda”.

I protagonisti descritti da Simona La Corte in Hidden by the night

In merito ai protagonisti Simona ci presenta Cole Turner “un mercenario che da anni segue le tracce di Bradley Hogan, l’antagonista, ricco imprenditore che è legato a Cole da qualcosa accaduto nel passato. La co-protagonista è Lela Jones, una curatrice d’arte, che finisce inconsapevolmente nel mirino di Hogan e diventa la vittima perfetta per completare il suo disegno divino”.

L’autrice illustra poi un aspetto particolare del libro: “Io in questo romanzo, scritto in prima persona singolare al presente, ho dato spazio anche all’antagonista quindi ho inserito tre POV (punti di vista). E’ stato per me essenziale perchè solo in questo modo potevo andare a fondo nella psicologia dell’antagonista e rendere incisiva anche la sua malvagità”.

Il Collettivo Scrittori Uniti

Spesso chi scrive un libro (soprattutto se il primo) non sa come portarlo agli occhi del pubblico e farsi conoscere, ampliando la propria schiera di lettori portandola oltre i confini dell’amico, del parente, del collega di lavoro. E’ per questo che nasce il Collettivo Scrittori Uniti.

Da un’idea dello scrittore torinese Claudio Secci, vede la luce infatti il CSU, un’entità culturale dedicata alle fiere librarie e orientata agli autori emergenti. CSU organizza (per i primi mesi soprattutto nel Nord Italia) spazi espositivi che consentano ad autori di romanzi di ogni genere di partecipare alle fiere, con piccole quote economiche che sinergicamente consentano di sostenere l’acquisto di uno stand.

La ricerca di un successo comune

La parola d’ordine è sempre la stessa: vendere i libri di tutti gli autori presenti in stand, per un successo comune, in un clima costruttivo, cooperativo e di accrescimento culturale. Con questa formula l’autore può partecipare con piccolissime quote economiche a manifestazioni nazionali alle quali diversamente non potrebbe accedere, ed il confronto con gli altri autori, nonché l’esperienza da commesso in stand, risultano estremamente stimolanti e utili per chi è abituato a stare dietro ad un monitor.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button