Articoli di Salute e benessere

Francescon di Portogruaro riceve oltre 2 milioni di euro dal PNRR

Via libera a 11 alloggi a disposizione di anziani, disabili e cittadini in difficoltà abitativa e un centro di servizi per la grande povertà

Undici alloggi destinati ad anziani non autosufficienti, disabili e persone in difficoltà abitativa. Ma anche un centro di servizi per la grande povertà e il rinnovamento di un’area dall’alto valore storico. Questo, in estrema sintesi, l’intervento che consentirà di riqualificare l’intero Padiglione San Gottardo della Francescon di Portogruaro. Un edificio storico di tre piani da 1.450 mq interessato dall’arrivo dei fondi del Pnrr sulle politiche sociali, risorse approvate di recente dal Ministero. La somma destinata all’Ipab ammonta a 2milioni e 75mila euro.

L’intervento

Il progetto si suddivide in 4 interventi. Il primo riguarda la realizzazione di 7 alloggi autonomi per anziani non autosufficienti con domotica e impianti intelligenti per facilitare la vita dei residenti, che potranno vivere in autonomia e, al bisogno, usufruire anche di alcuni servizi della Francescon (pasti, lavanderia, ecc).

Il secondo riguarda la creazione di 2 alloggi per accogliere complessivamente 7 disabili: gli spazi saranno dotati di comfort e a misura degli utenti. Il terzo intervento riguarda altri 2 alloggi destinati ad accogliere, per un massimo di 48 mesi, i nuclei familiari del territorio in difficoltà abitativa.

Mentre il quarto sarà la realizzazione di una “Stazione di Posta”, ossia un centro servizi destinato alle situazioni di grande povertà. Si creeranno uno spazio lavanderia, un servizio notturno e uno per la distribuzione di capi e alimenti.

La progettualità

Il Padiglione di San Gottardo è l’edificio più antico della Residenza Francescon, caratterizzato da un vincolo monumentale per la storicità e la significatività architettonica. Attualmente al piano terra vi sono gli uffici, mentre gli altri due piani non sono utilizzati: il secondo piano ospitava un nucleo trasferito nel 2020 e al terzo l’ex convento ora disabitato.

La profonda ristrutturazione verrà realizzata rispettando i vincoli previsti dalla Sovrintendenza e valorizzando alcuni aspetti caratterizzati da una forte valenza storica. I lavori inizieranno entro l’estate del 2023 e saranno completati per la metà del 2025 con l’accoglienza degli utenti che potranno provenire da tutto il Veneto Orientale.

Sara Furlanetto, Presidente della Francescon

«Il Consiglio di Amministrazione ha lavorato per anni dialogando con soggetti pubblici e privati del territorio con l’obiettivo di individuare una destinazione d’uso del Padiglione economicamente sostenibile e coerente con la mission della Residenza.

La riqualificazione dell’immobile rappresenta il pilastro attorno a cui ruoterà il prossimo futuro del nostro Ente, che amplierà la gamma dei servizi offerti dando risposte a problematiche sempre più emergenti. Il rinnovamento dell’area, inoltre, andrà a beneficio dello stesso centro storico, vista la centralità della Residenza nel contesto urbano. La somma ottenuta è importante e riconosce il grande lavoro di squadra fatto in stretta collaborazione con i Servizi Sociali del Comune di Portogruaro», spiega Furlanetto.

Anna Fagotto, Assessore ai servizi sociali del Comune di Portogruaro

«Questa è una vittoria non solo per la nostra città ma per l’intero territorio. E’ la prova che dimostra come il saper far squadra, dentro e fuori il Municipio, porti sempre ai migliori risultati. Il lavoro, durato diversi mesi, è stato premiato con una somma che consentirà di apportare miglioramenti tangibili a una struttura importante come la Francescon, punto di riferimento del territorio che amplierà i propri servizi. In ottica futura è un passo in avanti fondamentale. Colgo l’occasione per ringraziare per il grande lavoro svolto da tutti gli uffici comunali coinvolti», afferma Fagotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button