Servizi Cronaca

NO-GREEN PASS: Niente blocchi, presidio a Scorzè

Picchetti alla San Benedetto a Scorzè e alla Fincantieri di Porto Marghera. Proteste a Venezia in mattinata e a Mestre nel pomeriggio.

Niente blocchi del porto e delle industrie nella città metropolitana di Venezia nel giorno in cui è entrato in vigore l’obbligo del green pass negli ambienti di lavoro. Un picchetto di una trentina di persone davanti alle industrie di acque minerali San Benedetto a Scorzè e meno di una decina di operai davanti alla Fincantieri di Porto Marghera. Sono stati questi i punti più caldi di una giornata che si temeva avrebbe portato molte più tensioni da parte dei NO-GREEN PASS.

Le proteste NO-GREEN PASS nel Veneziano

La prima di due proteste NO-GREEN PASS c’è stata nella mattina a Venezia, dove circa 250 persone con cartelli e striscioni hanno contestato il certificato verde. Altre persone sono scese in Piazza Ferretto, a Mestre, nel pomeriggio.

Alcuni da Venezia, all’alba di oggi, si sono recati a dare man forte ai portuali di Trieste, dove invece si sono concentrati i NO-VAX del Nord d’Italia. Strategica l’idea di fermare lo scalo triestino, da cui dipende il movimento merci legato al Nord Europa. Ma la protesta non ha fermato il via vai di camion e auto e nemmeno il passaggio del treno e non ha chiuso i varchi.

Nel Veneziano, è Scorzè il luogo in cui, secondo il sindacato di base, la protesta continuerà per alcuni giorni, forse una settimana. Secondo i dati dell’organizzazione sindacale su un migliaio di lavoratori, il 20% aderisce alle protesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button