La Voce della Città Metropolitana

Michele Zuin su Causin, il ruolo di FI e il turismo

Michele Zuin, coordinatore della regione Veneto di Forza Italia, interviene sulla scelta di Causin per la fiducia al governo, il ruolo di Forza Italia nel centrodestra, il turismo e Actv

Si cerca insomma di tornare alla normalità, anche se il virus esiste ancora e nulla tornerà come prima. Ne parliamo con il coordinatore di Forza Italia nel Veneto Michele Zuin, che ricopre anche il ruolo di assessore al bilancio del comune di Venezia. Ne abbiamo approfittato anche per commentare le vicende della crisi di governo in cui ha avuto un ruolo anche un senatore veneziano che ha lasciato il partito per l’avvocato Conte inutilmente

Michele Zuin su Causin: è un piccolo uomo

Riguardo alla scelta fatta da Causin di votare la fiducia al Governo, Michele Zuin interviene criticandone le modalità, con la decisione presa all’ultimo minuto di appoggiare Conte. “Se ci si prendono delle responsabilità, ci si prendono con trasparenza e chiarezza, senza fare questo tipo di giochetti. Le persone che si comportano così sono dei piccoli uomini”. GUARDA ANCHE: Andrea Causin: attacco sui social dopo il suo voto pro Conte

Forza Italia porta idee concrete, Zaia ha fatto un ottimo lavoro

“Forza Italia ha sempre avuto un ruolo centrale nel centrodestra. Nella politica ci sono dei periodi alti e bassi e sicuramente abbiamo attraversato un periodo più basso. Ora anche a livello nazionale abbiamo raggiunto la doppia cifra e questo è il frutto del lavoro di tutti e grazie alla serietà delle nostre proposte. Abbiamo dimostrato, durante la pandemia e anche adesso, che Forza Italia non è un partito di urlatori ma porta idee concrete”.

“Anche a livello nazionale diamo il nostro contributo, abbiamo due consiglieri regionali e siamo sempre presenti sul territorio. In merito alla gestione di Zaia sulla pandemia non ho critiche da fare. Gestire queste partite totalmente nuove cercando di far fronte alla crisi economica che ne deriva non è affatto semplice e Zaia ha fatto un buonissimo lavoro. In questo momento l’importante è solamente fare bene. Stiamo facendo il nostro lavoro sui vaccini, nell’assistenza, negli ospedali”. Queste le parole di Zuin.

Actv è messa male, i ristori non bastano

“L’Actv è messa male se lo Stato non copre le effettive perdite che ha avuto, soprattutto per i trasporti. Nel 2020, a fronte di circa 85 milioni in meno di bigliettazione sul trasporto pubblico locale, abbiamo ricevuto ristori per 32 milioni. Se pensano che un’azienda possa andare avanti così, sbagliano. Speriamo che lo Stato si metta una mano sulla coscienza e dia la possibilità di mantenere sana l’azienda e che i lavoratori possano mantenere il posto di lavoro”.

Un turismo qualificato e turisti regolamentati per Venezia dopo il Covid

Michele Zuin si dice sicuro infine che, dopo la pandemia, Venezia possa ripartire come prima. individua poi in questa situazione di crisi una consapevolezza riguardo al fatto che tante cose cambieranno. “Si dovrà ricostruire tutta l’offerta economica e si deve cogliere questa occasione per cambiare ed evolvere, permettendo un turismo più qualificato e di avere un flusso di turisti regolamentato”. Conclude così il coordinatore della regione Veneto di Forza Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button