Servizi Cronaca

Zaia: riprendono le forniture dei vaccini. Prima gli over ’75

La terza ondata è passata, ma alle porte di Parigi c'è un altro focolaio. Le forniture di vaccini però riprenderanno la prossima settimana e dunque toccherà agli over 75. In primo piano le riflessioni sugli approvvigionamenti. Luca Zaia ha escluso che il Veneto acquisti vaccini all'estero autonomamente, per la produzione in loco le aziende ci sarebbero

Luca Zaia, Presidente Regione Veneto, spiega la situazione dei contagi. I numeri della regione sono da zona gialla ma non si sa ancora quale colore verrà affidato al Veneto. Spiega la situazione della campagna vaccinale e annuncia che si partirà dagli over ’75.

Il bollettino di oggi

I positivi di oggi sono, i positivi ora sono 1198. I ricoverati sono 2737: 2416 in area non critica, con una diminuzione di 49 persone. 321 terapia intensiva, con una diminuzione di 21 persone. I decessi sono 75, in calo rispetto agli scorsi giorni.

Il Veneto è da zona gialla, Italia in un trend di decrescita della pandemia

“Oggi è la giornata della valutazione. Non sappiamo ancora quale sarà la nostra ma sappiamo che abbiamo dati, come da sempre, da zona gialla. Siamo attualmente nella zona arancione in virtù del fatto che eravamo catalogati con rischio alto”.

“Voglio anche ricordarvi però che la stampa internazionale dice che alle porte di Parigi c’è un mega focolaio inaspettato. L’infezione, a macchia di leopardo, è presente in maniera importante in molte cittadine europee. L’Italia adesso ha un trend di decrescita dell’infezione. Probabilmente, per i numeri che abbiamo avuto, la paventata terza ondata da noi è passata”. Afferma Luca Zaia.

Campagna vaccinale per gli over ’75

“Sul fronte vaccini abbiamo confermate le forniture per la prossima settimana. Sembra che dalla settimana successiva si riprenda in quota con le forniture. Partiremo con la campagna vaccinale dagli over ’75”.

“Non si può pensare in questo momento di poter andare a comprare vaccini autonomamente. Noi abbiamo cercato all’inizio per capire se potevamo rimpinguare la fornitura che ci veniva fornita a livello nazionale ma non è così. Non sono sul mercato e non c’è l’opportunità di comprarle”.

“Per quanto riguarda le produzioni locali noi abbiamo aziende che sarebbero in grado. Però in questo caso c’è un accordo tra privati per avere l’autorizzazione alla produzione, è un accordo industriale e se poi ci serve uno starter finanziario, la regione c’è”. Conclude così il presidente della regione Veneto Luca Zaia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button